Napoli Prov.

“Fresco di Stampa”, speciale vacanze

 AVERSA. È in edicola, da sabato 2 luglio, al prezzo di 2 euro, il nuovo numero del magazine di Terra di Lavoro e Napoli Nord “Fresco di Stampa”.

Questo mese il numero è doppio e resterà nelle edicole fino al primo sabato di settembre. Nel primo piano, impreziosito dalla puntuale “cartolina” dello scrittore Francesco Forlani, uno speciale sulle vacanze. Viaggi all’avventura, con poche centinaia di euro in tasca, per finire in comunità hippie o alle terme di Budapest. E persino in Australia, sulle tracce di una ragazza conosciuta nelle terre del nord. Il dossier è arricchito da un’intervista al reportagista de “La Repubblica” Paolo Rumiz, che racconta le esperienze che aprono la mente. E assicura: tutto si può realizzare.

Per la politica, “Fresco di Stampa” approfondisce la vicenda dell’ennesima emergenza rifiuti. Dopo la strepitosa vittoria alle comunali, la giunta del sindaco Luigi De Magistris subisce la ritorsione dei poteri forti: strade invase dalla spazzatura e Governo centrale che boicotta la nuova amministrazione comunale. Interessante anche l’inchiesta sul Litorale Domizio, che comincia a cambiare volto. Le coste sono dichiarate balneabili, ma si sconta l’assenza di un piano di sviluppo orientato al turismo. Stessa sorte per l’Alto casertano. Il Matese è un’incredibile combinazione di natura, arte e cultura. Eppure basterebbe poco per afferrare la chance dello sviluppo. Questo mese il magazine indaga sul fenomeno della distribuzione del caffè, sul territorio campano, da parte della camorra.

La rete del Caffè Sospeso combatte contro il monopolio dei clan, incoraggiando le piccole produzioni. Anche nel numero di luglio-agosto vengono riproposte le rubriche: Il bue e l’asino del giornalista Vito Faenza e Calici & Pastelle della sommelier Michela Guadagno, alle quali si aggiunge quella di Anna Smeragliuolo Perrotta, dal titolo, le chiamano rovine, sull’archeologia del territorio campano. Dopo la sezione del giornale dedicata alle diverse aree di Terra di Lavoro e Napoli Nord, dall’Agro aversano, al Maddalonese, da Caserta alle città all’Alto casertano e da Giugliano, a S.Antimo, Villaricca, Melito e Qualiano, spazio è dato alla musica, alla cultura e ai libri Da segnalare la Cover story sul libro di Marco De Biase: “Come si diventa camorristi”, in cui lo scrittore racconta le storie di un qualsiasi paese del Sud Italia, dove il potere cinico e clientelare innesca la dilagante espansione della criminalità. In chiusura, la consueta rubrica della giovane scrittrice casertana, vincitrice del premio Calvino 2007 con i racconti “Dai un bacio a chi vuoi tu”, Giusi Marchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico