Aversa

Differenziata, il Wwf dà suggerimenti all’amministrazione

 AVERSA. L’amministrazione annuncia l’avvio del secondo gruppo di cittadini aversani che sarà interessato alla raccolta differenziata mentre stenta ancora a partire tra quelli del primo gruppo individuato nei 3500 residenti di Parco Argo.

E il Wwf prova a dare “supporto” di idee ai responsabili del settore. “Senza voler dare avvio a polemiche – scrivono Francesco Autiero, presidente Wwf Agro Aversano e Alessandro Gatto, presidente regionale Wwf Campania, in una nota trasmessa alla stampa – offriamo al sindaco ed all’assessore all’ecologia di Aversa dei suggerimenti per migliorare la raccolta differenziata, con il metodo del “porta a porta”ad Aversa”.

“Abbiamo notato – continua la nota – che attualmente il servizio, laddove è partito, è dotato di un solo contenitore dove c’è scritto all’esterno ‘organico’ che in effetti deve accogliere la frazione organica, cioè putrescibile o biodegradabile dei rifiuti solidi urbani”.

“Siamo convinti – prosegue la nota – che il servizio di raccolta differenziata porta a porta debba avvalersi di altre due tipologie di contenitori, uno giallo (per esempio considerato che la busta della frazione in oggetto è di colore giallo) per la plastica e multimateriale riciclabile ed uno bianco per carta e cartone, evitando la pratica di dover lasciare per terra i sacchetti differenziati che sono preda di animali randagi e imbrattano comunque il suolo cittadino in maniera insostenibile”.

“Inoltre – conclude la nota – suggeriamo, per ottimizzare le spese, di applicare un secondo adesivo con la scritta ‘indifferenziato’ e con i giorni di conferimento sullo stesso contenitore dove oggi c’è scritto solo ‘organico’, in modo da utilizzare lo stesso contenitore che possa accogliere un giorno l’umido ed un altro giorno l’indifferenziato, così come recita il calendario già consegnato alle famiglie”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico