Aversa

Ciaramella in vacanza mentre i consiglieri litigano sulle deleghe

Mimmo Ciaramella AVERSA. Settimana sabatica per la politica aversana. Il primo cittadino Mimmo Ciaramella si prende la meritata vacanza annuale in terra siciliana …

… e almeno per qualche giorno non si sentiranno le grida di dolore di consiglieri comunali e assessori del Popolo della Libertà che si lamentano di non riuscire ad occupare questa o quella poltrona.

“In questi giorni – affermano diversi consiglieri comunali del partito di maggioranza relativa – siamo in una sorta di silenzio meditativo. Oramai manca poco al momento in cui si dovrà decidere il candidato a sindaco e la composizione della coalizione, per cui questa ultima parte, sei, sette mesi, di mandato si andrà avanti con l’ordinaria amministrazione”.

Ma si andrà avanti anche con i litigi della serie del tutto contro tutti, come avvenuto sino ad oggi. Infatti, anche con l’assenza del primo cittadino, nonostante la consegna del silenzio ricevuta, si continua la guerra sotterranea tra i consiglieri pidiellini per appropriarsi di una delega obiettivo che dovrebbe servire loro per avere maggiore visibilità in vista del rush finale, quando si ripresenteranno quali candidati per essere rieletti.

In pratica, tutti dovrebbero avere, non appena tornerà il sindaco dalla Sicilia, una delega con la quale misurarsi e darsi lustro, mettersi in vetrina. In questo senso, dopo le deleghe all’Università data a Imma Lama degli Autonomisti, quelle affidate nel passato a macchia d’olio a Giovanni Tirozzi del Gruppo della Libertà con il verde pubblico, a Paolo Santulli del Gruppo Unico delle Autonomie con piscina e pista di atletica, a Adolfo Giglio dell’Udeur con le periferie, a Domenico Campochiaro del Popolo della Libertà per il cimitero e così via, ora sarà la volta di: Fiore Palmieri dei Popolari Normanni con attività complesse; il pidiellino Michele Galluccio con i Più Europa per il Parco Pozzi e quello di via Atellana; il contenzioso per Mario Tozzi, altro esponente pidiellino; il Pip per Elia Barbato, anch’egli del Popolo della Libertà; rapporti con gli enti per l’Udc Luigi Menditto. La delega ai lavori pubblici, lasciata vacante dall’assessore Rino Rotunno, invece, dovrebbe andare all’assessore Isidoro Orabona. Questo quanto dovrebbe mettere in atto il sindaco al proprio ritorno in città nella prossima settimana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico