Aversa

Area Texas, rinviata riunione tra forze politiche

L'area ex TexasAVERSA. Rinviata da venerdì a martedì prossimo la riunione delle forze politiche per esaminare il futuro dell’area ex Texas e non solo il progetto di housing sociale presentato dalla famiglia Cesaro, titolare della società proprietaria della zona.

Il primo appuntamento, infatti, è saltato perché il 3 giugno è, di fatto, il fulcro del ponte della festa della Repubblica. Il sindaco Mimmo Ciaramella, inoltre, ha ritenuto che, in un primo tempo, a confrontarsi siano le forze politiche. Solo in un secondo momento ci sarà l’incontro con i rappresentanti della proprietà dell’immobile. Inoltre, ancora una volta, l’assessore all’urbanistica della giunta Ciaramella, Giuseppe Mattiello, ha sottolineato che l’amministrazione comunale ha già fatto le proprie scelte decidendo di escludere l’edilizia residenziale dal fondo interessato che ha ospitato la gloriosa Texas.

Insomma, una prima tappa utile per avere una base comune delle forze politiche per aprire, poi, una nuova fase che vedrà finalmente confrontarsi su basi più concrete le parti in causa. Un’esigenza nata dopo che presso la Regione Campania si sono fisicamente incontrati Aniello Cesaro e l’assessore all’urbanistica Giuseppe Mattiello. Quest’ultimo ha raccolto la lamentela dei proprietari secondo i quali “in dieci anni nessuno ci ha mai voluto sentire”. E non è detto che i Cesaro vogliano proporre , o siano propensi ad accettare, solo il progetto di housing sociale.

A smuovere le acque non solo l’assessore Mattiello, che predica, come una giaculatoria, la massima trasparenza, ma anche la stessa proprietà che, dopo anni, vorrebbe rientrare dell’investimento effettuato. Da qui la decisione del rappresentante della società proprietaria che ha scritto al sindaco, al presidente del consiglio comunale Nicola Verde e all’assessore all’urbanistica per chiedere un incontro pubblico sul futuro di questa zona.

“Si invita – si leggeva nella nota inviata – l’amministrazione comunale a indire un dibattito pubblico al fine di approfondire gli aspetti legati ad una riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’area anche attraverso la creazione di poli integrati di attrazione armonizzati con il contesto in cui vanno ad inserirsi ed esaltati da un mix di funzioni previste da un’ampia proposta urbanistica progettuale costituita da componenti residenziale, sportive, direzionale e servizi”.

Successivamente, i Cesaro hanno presentato ufficialmente al protocollo del comune anche il progetto dihousingsociale nei dettagli.Si tratta di: 21 unità abitative che saranno cedute al comune di Aversa per edilizia residenziale sociale da affittare alle fasce sociali più deboli; 30 unità abitative saranno poste in vendita no profit; 18 locali previsti per l’uso commerciale e 11 uso direzionale (uffici). Per quanto riguarda l’edilizia residenziale il progetto prevede la realizzazione di 66 appartamenti e 24 villette. Previsti, inoltre, diecimila metri quadrati di parcheggiointerrato da dedicare anche alla vicina stazione della metropolitana di Aversa Ippodromo e duemilacinquecento metri quadrati di parcheggio a raso. Previsto, ancora, unalbergoe una foresteria a servizio delle facoltà universitarie, oltre a campi da tennis ed altre strutture sportive. La restante parte dell’area sarà organizzata a verde attrezzata. Tutti, anche la stessa maggioranza di centrodestra, al di là delle strumentalizzazioni, hanno sottolineato che questo progetto rappresenta solo una proposta dalla quale iniziare la discussione che dovrà portare ad una soluzione chenon potrà non tenere in considerazione e non contemperare le esigenze della parte privata e di quella pubblica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico