Villa Literno

Grande partecipazione al comizio di Ucciero

Nicola Ucciero VILLA LITERNO. Più di 500 persone al comizio della mattina, quasi 600 a quello della sera. Partecipazione record alle due manifestazioni pubbliche promosse dalla lista “Amici di Villa Literno” domenica 1 maggio.

Il primo boom di affluenza si è registrato al comizio delle ore 11 nel Rione Pagliarelle. Il candidato sindaco Nicola Ucciero e i componenti della sua squadra sono stati accolti da più di 500 cittadini. Baci, abbracci e saluti affettuosi tra i residenti e i candidati, poi l’aspirante primo cittadino liternese ha infiammo il popolo de “La Scala”. “Gli avversari continuano a fare una campagna elettorale basata sul pettegolezzo e sul clientelismo. Io – ha sottolineato Ucciero – ho subito accolto l’invito ad un confronto pubblico sui programmi, mentre gli altri sfuggono perché hanno paura”.

Cambia la zona, ma resta immutato lo scenario. Al comizio delle 19.30 nel Rione Baracca c’è stato un altro bagno di folla per gli esponenti di “Amici di Villa Literno”. Quasi 600 cittadini hanno assistito alla manifestazione chiusa, tra applausi scroscianti, dal consigliere regionale, Enrico Fabozzi, capolista del raggruppamento guidato da Nicola Ucciero. Introdotti da Nicoletta Iavarazzo, sul palco si sono passati il testimone la giovane Roberta Diana, una delle tante e motivate amiche della lista di Ucciero, e i candidati al consiglio Tammaro Cecoro, Tammaro Della Corte e Nicola Caiazzo. Poi è toccato al candidato sindaco, che ha ricordato i pilastri del programma amministrativo di “Amici di Villa Literno”.

“Puc, polo nautico, sviluppo, lavoro e legalità – ha osservato Ucciero – sono le tematiche, che riprendendo il filo tessuto da Enrico Fabozzi, contribuiranno alla crescita del territorio”. Come al solito, Fabozzi con il suo intervento conclusivo ha letteralmente infiammato il popolo. “I nostri avversari stanno conducendo una campagna elettorale vergognosa, promettendo mari e monti, ma i liternesi non si faranno comprare perché hanno dignità e orgoglio”.

Il consigliere regionale ha elencato le tante “cose buone” realizzate negli otto anni della sua attività da sindaco. “Infrastrutture, interventi in favore delle fasce deboli, in particolare per la socializzazione degli anziani, edifici pubblici per l’aggregazione dei giovani, integrazione salariare per oltre cento Lsu, – ha detto l’onorevole Fabozzi – questi i risultati sotto gli occhi di tutti i cittadini, che giudicheranno chi sarà in grado di far ulteriormente progredire Villa Literno e chi invece, come i nostri avversari, si è candidato solo per fare gli interessi personali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico