Teverola

Via Napoli, il passaggio che “snobba” i diversamente abili

 TEVEROLA. Un nostro lettore di Teverola, diversamente abile, costretto a muoversi con una carrozzella elettrica, ci ha inviato una foto che non ha bisogno di troppi commenti.

Si tratta del varco che, di recente, l’amministrazione comunale ha aperto nel muro di via Napoli, che collega via Campanello al cosiddetto “rione Casaluce”,munendolo di transenne per evitare il passaggio di ciclomotori. Un’idea che però impedisce il passaggio di coloro che si trovano nelle condizioni del cittadino che ci ha segnalato il problema.

“Un vero e proprio capolavoro quello realizzato dal Comune e dall’ufficio tecnico, tutto a danno dei diversamente abili”, commenta il nostro lettore, fattosi fotografare dinanzi alla “barriera”.

Sulla vicenda, nei mesi scorsi, era intervenuto il comitato civico “Teverola in Positivo”,che, in una lettera inviata al Comune, condannava la modalità di apertura del varco poiché “in dispregio di tutte le leggi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche” e che dunque “non tiene conto di chi, sfortunatamente, è portatore di handicap, di chi è costretto sulla sedia a rotelle ad affrontare i rischi della strada provinciale Teverola-Casaluce, ad alta densità di traffico ed unica via per transitare da un rione all’altro”.

Pertanto, il comitato chiedeva la rimozione delle transenne e di rendere esecutivi gli atti deliberativi approvati ad inizio del 2010 dal commissario prefettizio, su proposta dell’ufficio tecnico, affinché venisse completamente abbattuto il muro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico