Succivo

L’Atellana Volley è salva: missione compiuta

 SUCCIVO. Vittoria doveva essere, vittoria è stata. L’Edil Atellana Volley è salva, anche nella prossima stagione la formazione succivese parteciperà al massimo campionato regionale.

Il match contro il Netgroup Volley 1950, è stato emozionante fino alla fine riservando colpi di scena ad ogni set. In un “Palavolley” di Succivo gremito fino all’inverosimile, la grande sfida per la sopravvivenza in serie C, non ha deluso le attese offrendo al grande pubblico succivese uno spettacolo degno della categoria. Il primo set sembra partorito dalla mente di Alfred Hitchcock, infatti un brivido percuote l’animo dei tifosi succivesi, con i salernitani che si aggiudicano il primo game per 26-24. Il secondo non sembra portare nulla di buono alla compagine di casa, il Netgroup non molla, ma finalmente, per l’Atellana, Giuseppe Di Pasquale suona la carica. Coincisa con il ritorno in campo del libero Salvatore Belardo, i rossoblù di casa scossi anche dal tifo incessante delle gradinate vincono il secondo set per 25-21. Con l’identico parziale si chiude anche il terzo per l’Atellana.

Nell’ultimo set le due squadre in campo lottano punto su punto non indietreggiano di un passo pronte a tutto per portare a casa l’agognata salvezza. Alla fine, la spunta l’Atellana con un 25-23, il punto decisivo per i padroni di casa è messo a segno da Peppe Raucci. Il quarto ed ultimo set sarà ricordato come intensità il più lungo ed intenso di gioia della storia recente dei succivesi. La società, lo staff tecnico, hanno vissuto momenti difficili durante tutto l’arco della stagione, la salvezza porta la firma senz’ombra di dubbio del tecnico Mimmo Finelli e del direttore generale Francesco Papa.

clicca per ingrandire

Ma il difficile viene adesso, nei fatti non si possono ignorare dei segnali allarmanti, il grave momento di crisi economica si ripercuote pesantemente sul versante degli introiti derivanti dalle sponsorizzazioni alle società sportive e questo non consente di guardare al futuro con il necessario ottimismo. Le esigenze di bilancio hanno costretto l’Atellana a diversificare le offerte formative, attraverso l’istituzione di corsi per nuove discipline sportive, al fine di reperire le necessarie risorse alla gestione e manutenzione del Palavolley (i cui oneri sono ad esclusivo carico della società) e tali sforzi non possono essere ignorati.

Il team aspetta segnali importanti dalle istituzioni e dalla futura amministrazione, consapevole del ruolo che ha rivestito nel corso degli anni per l’intera comunità. I piani e i progetti della società atellana sono quelli di raggiungere in un tempo ragionevole breve la serie nazionale. La società ha posto, nella stagione appena archiviata con successo, il primo mattone per realizzare il sogno. Il progetto è ambizioso ma non impossibile. Dopo la salvezza, il sodalizio guidato da Giovanni Santoro lancia la nuova sfida, che affascina ma che non incute timore: si chiama serie B.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico