Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Centro sportivo polifunzionale, chiesti 400mila euro al Ministero

Giancarlo L'ArcoSPARANISE. Nell’ambito del Pon Fesr sulla sicurezza per lo sviluppo, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mariano Sorvillo, ha approvato una delibera di giunta che punta alla realizzazione di un centro sportivo polifunzionale.

La struttura, il cui studio di fattibilità è stato redatto dall’ufficio Tecnico Comunale, potrebbe sorgere di fianco al nuovo Istituto Tecnico Commerciale Turistico “Galileo Galilei” di via Calvi, sorto su un terreno confiscato alla camorra, che al momento risulta essere ancora privo di un centro per l’attività fisica. Il progetto sarà presentato al dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno nell’ambito dell’obiettivo operativo 2.8, sicurezza e sviluppo 2007-2013, che è finalizzato proprio alla realizzazione di impianti sportivi, per incentivare i cittadini soprattutto i più giovani, al rispetto delle regole e allo sviluppo del senso di comunità. Il progetto quadro “Io gioco leale” mira a costruire 100 impianti sportivi nelle Regioni di Convergenza, e la Campania è una di queste, lasciando però ai Comuni la manutenzione degli impianti e la gestione delle attività. Proprio grazie a questa particolarità, la struttura polivalente coperta di via Calvi, con la possibilità di poter svolgere tutte le attività sportive indoor, dal basket alla pallavolo al calcetto alla ginnastica e cosi via, potrebbe avere una duplice funzione: fungere da palestra per gli studenti del nuovo istituto “Galilei” e, contestualmente, diventare un polo sportivo di prim’ordine da mettere al servizio delle società sportive e delle associazioni dilettantistiche e non della città.

“Abbiamo approvato la delibera e siamo pronti ad assumerci gli impegni che ci competono – ha affermato il vicesindaco Giancarlo L’Arco, che ha proprio la delega ai fondi Por e Pon – affinché questo importante progetto vada in porto. Ora non ci resta altro che augurarci che la richiesta di finanziamento di 400mila euro venga accolta affinché il progetto possa essere inserito anche nel piano triennale delle opere pubbliche. Il centro sportivo polifunzionale coperto rappresenta l’ennesimo atto concreto da parte dello Stato e nello specifico del Ministero degli Interni, di lotta alla criminalità organizzata, e la sua eventuale ubicazione, praticamente a ridosso del nuovo Istituto” Galilei”, sorto proprio su un terreno confiscato alla camorra, assume perciò un significato di notevole importanza nell’ambito dell’affermazione del principio di legalità”. Lo sport, come l’attività sportiva in genere, basano la loro efficacia su regole e principi di lealtà sani e ben delineati che sono uno strumento straordinario per aggregare e diffondere concetti positivi per uno sviluppo più armonioso della comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico