Sant’Arpino

Al via il progetto della Polizia di Prossimità

Eugenio Di SantoSANT’ARPINO. Partirà lunedì 9 maggio il progetto della “Polizia di Prossimità” a Sant’Arpino. Nel corso di un’incontro operativo a cui hanno presenziato il sindaco Eugenio Di Santo,

… il consigliere comunale con delega alla Polizia Municipale, Domenico D’Antonio, e il comandante della Polizia Municipale, capitano Lucio Falace, è stato dato il via libera al servizio di prossimità. In particolare è stato costituito il Nucleo di Polizia di Prossimità che sarà coordinato dal maresciallo Giuseppe D’Elia, e sarà composto dai 5 agenti, Rosa Marrandino, Francesco D’Ambrosio, Salvatore Liquori, Crescenzo Cinquegrana e Michele Di Santo.

“L’iniziativa – spiegano dalla casa comunale di Sant’Arpino – rientra nell’ambito del progetto di Sicurezza Urbana ‘Città e Legalità’ ed ha alla base una vera e propria filosofia di intervento, che si contraddistingue per alcuni caratteri propri, come il legame col territorio, la polivalenza nell’intervenire preventivamente su numerosi problemi, che vanno dalla micro-criminalità ai fenomeni di vandalismo. Una strategia che mira alla costruzione di un legame solido e quotidiano con i cittadini, inteso come obiettivo di conoscenza dei bisogni della popolazione, raccolta di informazioni e accoglienza ed ispirato alla massima vicinanza alla comunità di riferimento. Il crescente senso di insicurezza collettiva richiede risposte adeguate e tempestive alla domanda crescente di più intensa vigilanza sul territorio e dunque di maggiore sicurezza. I componenti del Nucleo di Prossimità saranno presenti in modo costante e attivo sul territorio, conoscitori delle singole zone, diventeranno figure familiari per i cittadini, punti di riferimento certi e rassicuranti, protagonisti di un nuovo rapporto di collaborazione e di fiducia. La buona riuscita di questa importante iniziativa progettuale verrà assicurata attraverso la dotazione di alcune apparecchiature tecnologiche mobili, che serviranno per rendere efficace ed efficiente il nuovo modello organizzativo, in quanto garantiranno un maggiore e più tempestivo intervento in tempo reale su strada, innalzando notevolmente la qualità del servizio offerto alla comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico