Parete

Estorsione a due avvocati: preso 38enne

carabinieri PARETE. Lo scorso autunno aveva preso di mira due avvocati di Parete ai quali aveva tentato di estorcere una somma di danaro, non solo con minacce verbali, ma anche con percosse.

Dopo alcuni mesi di indagini, e grazie alla collaborazione delle vittime, è finito in manette il 38enne Silvestre Di Sarno, 38 anni, del luogo. A lui i carabinieri della stazione di Parete hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di tentata estorsione aggravata dalla violenza privata. Il malvivente, quasi certamente un cane sciolto non legato ad alcun clan camorristico, secondo quanto accertato dai militari, coordinati dal comandante del reparto territoriale di Aversa, tenente colonnello Francesco Marra, lo scorso ottobre avrebbe chiesto a due avvocati di uno stesso studio legale associato una prima tranche di trecento euro “per stare tranquilli”.

Una richiesta fatta senza armi, ma accompagnata, forse in un secondo momento, quando i professionisti avrebbero cercato di dissuaderlo dal suo intento, trovando qualche scusa per non sottostare all’estorsione, da percosse. Ceffoni dati con l’intento di convincerli a cedere al pagamento del pizzo. Ma così non è stato. I due professionisti hanno collaborato con gli investigatori e, grazie ad un dettagliato rapporto dei carabinieri, si è pervenuti all’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico