Maddaloni - Valle di Maddaloni

Ambiente, nasce tavolo tecnico tra partiti e associazioni

 MADDALONI. Nasce un tavolo di discussione fra diversi esponenti di partiti e associazioni del territorio maddalonese, al fine di individuare le varie criticità ambientali e avanzare proposte concrete.

Si tratta di: G. Sabba – A. Tenneriello (Partito Democratico Maddaloni), A. De Filippo (Maddaloni nel cuore), A. Cioffi (Associazione Civitas è – Maddaloni), C. Scalera (Sinistra e Libertà), A. Cuomo (Comitato per la vivibilità), Belcore (Federazione della Sinistra), G. Di Lillo (La Destra), G. Iaculo (Ass. culturale “Arte Arsa”), A. Correra (Medici per l’ambiente).

In occasione del primo incontro, tenutosi venerdì, è stato redatto il seguente documento, che illustra le intenzioni dei partecipanti: “La totale assenza di un progetto comune politico-amministrativo che tenesse conto delle peculiarità del territorio e della qualità della vita delle persone ha determinato uno stravolgimento del territorio della città ed ha generato emergenze ambientali tali da pregiudicare seriamente lo stato di salute dei cittadini. Di tutto questo la politica ‘che comanda’ finora non si è occupata o si è occupata male. Diversi studi epidemiologici hanno oramai evidenziato le varie criticità ambientali presenti nella nostra città confermando che nel sangue (e molto spesso nel latte materno) di tanti concittadini circolano sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene.

Mentre la politica che conta è intenta a litigare per la spartizione delle poltrone e delle prebende, tanti concittadini quotidianamente respirano, ingeriscono e bevono veleni. Oramai sembra quasi smarrito il ‘senso’ ed il ‘valore’ della vita. Si vive con apatia e rassegnazione ogni scelta politica ed amministrativa mentre la solita politica che conta è impegnata a coltivare e ad ampliare il proprio orticello. È davvero assordante il silenzio dell’amministrazione Cerreto in tema di politiche ambientali.

Il sindaco, massima autorità sanitaria comunale, non può eccepire la propria incompetenza in temi che direttamente o indirettamente riguardano la tutela dell’ambiente e la salvaguardia del diritto alla salute . Il Sindaco ha l’obbligo morale e politico di tutelare la salute dei propri cittadini anche se ciò comporta lo scontro con i soliti poteri forti politico-imprenditoriali. Il diritto alla salute e la tutela della salute pubblica non sono sicuramente meno importanti del diritto all’occupazione.

Pertanto, è ora di dire basta a questa cieca politica di sfruttamento e distruzione del territorio a vantaggio di pochi e a svantaggio della stragrande maggioranza della popolazione. Da ciò è nata spontanea la necessità e l’esigenza, aldilà di diversità ideologiche e politiche, di sedersi intorno ad un tavolo e di discutere seriamente di ambiente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico