Gricignano

Referendum 2011, ecco i presidenti e gli scrutatori

 GRICIGNANO. Mercoledì 18 maggio, alle ore 12, nella sala consiliare di Piazza Municipio, la commissione elettorale ha nominato gli scrutatori da assegnare ai seggi elettorali per il Referendum del12e13 giugno.

Tra gli iscritti all’Albo, che comprende761 nominativi, nominati 3 scrutatori per ognuna delle 10 sezioni elettorali, per un totale di 30 scrutatori. I seggi saranno composti dal presidente, nominato dalla Corte di Appello di Napoli, da un segretario nominato dal presidente tra gli elettori del Comune, e dagli scrutatori nominati dalla commissione comunale.

I compensi stabiliti dal Ministero sono229 euro per i presidenti,170 euro per segretari e scrutatori.

Sotto l’elenco completo, sezione per sezione

Sezione n. 01 – Presidente – Avitabile Gennaro 15/08/1980

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

della GATTA Gina

17.11.1981

ROMANO Lucia

14.5.1960

FALCONE Raffaela

7.11.1987

Sezione n. 02 – Presidente – Della Gatta Domenico 27/05/1986

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

BELARDO Anna

25.2.1960

VERDE Carmela

2.10.1991

COLELLA Francesca

27.1.1988

Sezione n. 03 – Presidente – Viglione Corrado 04/02/1987

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

TESSITORE Stefania

22.2.1990

MORETTI Gianfranco Davide

18.1.1988

ROMANO Pietro

9.7.1977

Sezione n. 04 – Presidente – Di Foggia Salvatore 29/04/1982

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

ANDREOZZI Esterina

8.2.1984

SALVIETTI Alfonso

10.8.1971

CHIACCHIO Giovanna

9.1.1961

Sezione n. 05 – Presidente – Oliva Giovanni 06/10/1983

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

DELLA GATTA Annamaria

14.9.1963

VERDE Maria

17.6.1983

CESARO Guglielmo

20.1.1953

Sezione n. 06 – Presidente – Della Gatta Consiglia 23/02/1981

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

LETTERA Maria

25.8.1972

PIROLI Monica

27.2.1970

VERDE Giuseppina Claudia

30.8.1976

Sezione n. 07 – Presidente – Ianniello Marianna 13/11/1978

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

SPINELLI Lisetta

6.1.1972

FALCONE Angelo

10.7.1965

AVITABILE Nicolina

12.12.1983

Sezione n. 08 – Presidente – Moretti Antonio 11/04/1986

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

BORTONE Nicolina

30.8.1983

VIGLIONE Giovanna

7.8.1965

D’ANIELLO Maria Filomena

8.12.1989

Sezione n. 09 – Presidente – Della Gatta Maria 09/09/1979

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

ANDREOZZI Adriana

24.2.1991

VESTRI Marco

11.8.1979

ROMANO Carmela

12.11.1978

Sezione n. 10 – Presidente – Di Foggia Nicola 28/11/1980

Scrutatori

Cognome e Nome

Data di nascita

d’ANIELLO Filomena

4.1.1979

CARUSONE Pasquale

17.7.1956

LEDDA Francesco

7.3.1989

INFORMAZIONI SUL REFERENDUM.Sono 4 i quesiti referendari che chiedono di abrogare alcune norme approvate dal governo Berlusconi. Essendo abrogativi, si vota SI se non si è d’accordo, si vota NO se si è favoreli(es. se non si è d’accordo sul nucleare bisogna votare SI)

Energia nucleare: per abrogare la legge che promuove l’energia nucleare in Italia (“Volete voi che sia abrogato il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive, recante Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, limitatamente alle seguenti parti: art. 7, comma 1, lettera d: realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare?”);

Legittimo impedimento: per abrogare la norma che consente a un particolare imputato di non comparire in aula (“Volete voi che siano abrogati l’articolo 1, commi 1, 2, 3, 5, 6 nonchè l’articolo 2 della legge 7 aprile 2010 numero 51 recante “disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza?”)

Due i quesiti che riguardano l’acqua:

Per abrogare una legge che privatizza la gestione dell’acqua: (“Volete voi che sia abrogato l’art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria” convertito, con modificazioni, in legge 6 agosto 2008, n.133, come modificato dall’art.30, comma 26 della legge 23 luglio 2009, n.99 recante “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia” e dall’art.15 del decreto legge 25 settembre 2009, n.135, recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europea” convertito, con modificazioni, in legge 20 novembre 2009, n.166, nel testo risultante a seguito della sentenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?”)

Per impedire al gestore di ottenere profitti garantiti sulla tariffa dell’acqua, (“Volete voi che sia abrogato il comma 1, dell’art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 “Norme in materia ambientale”, limitatamente alla seguente parte: “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”?”).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico