Caserta

Droga, un arresto a San Clemente e un minorenne denunciato

 CASERTA. Nella serata di venerdì, gli agenti della sezione narcotici e dei “Falchi” della squadra mobile di Caserta, diretta dal vicequestore aggiunto Angelo Morabito, hanno tratto in arresto, Pasquale Motta, 36 anni, e denunciato un minore di 16 anni, entrambi sorpresi in flagranza del reato di detenzione di hascisc.

L’arresto di Motta è avvenuto a seguito di una perquisizione domiciliare effettuata dai poliziotti presso la sua abitazione, ubicata in via Dietro Corte, nella frazione San Clemente di Caserta, dopo che, attraverso ripetuti servizi di appostamento, era stato notato un andirivieni sospetto presso il suo stabile. Pertanto, gli investigatori decidevano di effettuare un’irruzione nell’appartamento, dove venivano rinvenute diverse stecche di hascisc, alcune occultate nelle tasche dei pantaloni di Motta, altre nel vano cucina, per un totale di circa 15 grammi.

I poliziotti sequestravano anche un bilancino elettronico e un rotolo di cellophane e materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di stupefacente, oltre alla somma di 205 euro, provento dell’attività di spaccio.

Nell’ambito degli stessi servizio antidroga, una pattuglia dei Falchi, impegnata in attività di perlustrazione al rione “167”, presso il giardino comunale, nel transitare in viale degli Aranci, scorgevano due giovani seduti su una panchina, uno dei quali, alla vista dei poliziotti, tentava di disfarsi di una borsa, lanciandola in un’aiuola. Il gesto, però, veniva notato dai poliziotti che, immediatamente, recuperavano la borsetta, all’interno della quale venivano rinvenuti sette involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente del tipo hascisc per il peso di circa 35 grammi.

La successiva perquisizione personale del giovane, poi risultato minore di 18 anni, permetteva di sequestrare nelle tasche dei pantaloni una ulteriore dose di circa 2 grammi dello stesso stupefacente. Il minore, data l’età ed essendo incensurato, veniva denunciato in stato di libertà alla Procura presso il Tribunale dei Minori di Napoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico