Aversa

Viabilità, il comitato “Casarelle” critica l’amministrazione

Corso Bersaglieri AVERSA. “Basta prenderci in giro”. Esordisce così il comitato civico “Le Casarelle” che riunisce i commercianti con esercizio in via Orabona, via Bersaglieri e via Belvedere, …

… noti ad Aversa e nell’agro per la rivendita di scarpe di qualità a basso prezzo, in un manifesto in cui espongono pubblicamente dissenso sulle scelte dell’amministrazione municipale in fatto di viabilità. Scelte che, sostengono, avrebbero creato gravi problemi alla loro attività.

“Da quando agli inizi del 2009, attuando il piano traffico, è stato invertito il senso di marcia di via Belvedere i commercianti –scrivono – hanno subito una crescita esponenziale dei già molti problemi presenti legati alla crisi economica”. Già a distanza di qualche mese affermano di aver constatato come tale intervento, oltre a non sortire alcun beneficio sperato alla viabilità generale, avesse contribuito in modo decisivo a diminuire drasticamente il passaggio veicolare in via Belvedere, causando inevitabilmente un forte calo dei potenziali acquirenti. “Il comitato civico ‘Le Casarelle’ a più riprese – ricorda il manifesto – ha cercato di interloquire con l’Amministrazione incontrando contestualmente il comandante dei vigili urbani e l’assessore al ramo, esponendo le loro problematiche. La risposta data fu quella che al piano traffico non poteva essere apportata alcuna modifica”.

Un nulla di fatto che però non ha scoraggiato il comitato tanto che “Successivamente – si legge nel manifesto – presentammo una formale richiesta scritta indirizzata sl sindaco chiedendo un suo intervento diretto e immediato. Ad oggi né il primo cittadino, né altri rappresentanti delle Istituzioni si sono fatti sentire”. A questo punto i commercianti hanno detto “Basta prenderci in giro”. “Il comitato – continua il manifesto – si associa a quanto affermato dal movimento politico culturale ‘Democrazia e Territorio’. Pertanto, chiediamo all’Amministrazione comunale una puntuale applicazione del Pgtu pronto dal 2003 e approvato dalla giunta del giugno 2007. In modo particolare del piano particolareggiato di via Di Iasi”. “Tale piano particolareggiato attuato in toto prevede – ricorda il comitato – la realizzazione del senso unico in entrata (direzione sud-nord) con via Belvedere che manterrebbe il senso marcia attuale. Anche via Giotto sarebbe a senso unico in direzione via Salvo d’Acquisto con incrocio viale Olimpico”.

“Inoltre, tale piano, mai attuato dall’Amministrazione, prevede – ribadisce il comitato – che in via Torretta angolo via Roma si debba avere come senso obbligato la sola svolta a destra, direzione Arco dell’Annunziata con successivo innesto in via Belvedere. Anche il secondo tratto di via Roma necessita del cambiamento del senso di Marcia e precisamente da via Magenta all’altezza dell’incrocio con via Roma in direzione dell’Arco dell’Annunziata”.

“Peraltro, è necessario – sostiene il comitato – un intervento sulla verifica tariffaria del parcheggio di via Raffaello ed uscita in via Botticelli in quanto all’attuale tariffa di 1,50 euro per 6 ore di sosta prevista per gli studenti della facoltà d’ingegneria va prevista una ulteriore tariffa di 50 centesimi. La mancanza di questa tariffazione oraria produce l’invivibilità di tutta la zona incentivando la sosta selvaggia”.

“Queste semplici ed immediate soluzioni sicuramente – conclude il comitato – daranno risposte concrete alle esigenze da tempo inutilmente sottoposte all’Amministrazione dai commercianti dell’intero circondario, ma apporteranno sicuramente anche beneficio all’intera città in termini di mobilità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico