Aversa

“Una Mano Tesa”, raccolti 1500 euro per Roberta Pizzo

 AVERSA. A conclusione della kermesse della solidarietà “Una Mano Tesa”, il presidente della New Dreams Donato Liotto ha consegnato la somma di 1500 euro nelle mani della giovane Roberta Pizzo.

L’evento, ideato da Liotto sette anni fa, quest’anno è stato dedicato alla sensibilizzazione delle vittime della strada. Inoltre,durante la serata di gala tenutasi al teatro Cimarosa il 25 maggio, un’altra parentesi di solidarietà si è aperta con la raccolta fondi è stata iniziata proprio a favore della giovanissima vedova e di Pietro Capone.

La Pizzo, come le tante famiglie dei ragazzi deceduti sulle strade presenti in teatro, ha vissuto attimi di serenità e di commozione. “Questi sono stati mesi duri per me e per il mio piccolo – ha detto Roberta – ma stiamo pian piano riprendendoci la serenità, stiamo cercando di continuare a vivere dopo la tragedia che ci ha così duramente colpiti. E non parlo solo di me ma, anche e soprattutto, dei genitori di Pietro, del fratello, e delle sorelle e di quanti gli hanno voluto bene. Grazie a queste manifestazioni di solidarietà, grazie a persone come Donato, al sostegno soprattutto morale che, è riuscito a infondermi in questi momenti delicati per me e per mio figlio, sto ritrovando una serenità interiore che pensavo impossibile ritrovare dopo la perdita di mio marito. Ringrazio la New Dreams, i signori Biagio e Elena Ciaramella, e tutti quelli che si sono uniti nel darmi tanto calore umano”.

“In questi lunghi mesi dalla tragedia – ha aggiunto Liotto – Roberta ha mostrato una grande forza. Lei è piccola ma ha una forza da gigante, sta reagendo alla tragedia cadutole addosso, attraverso i tanti che, in questi mesi, le hanno mostrato vicinanza e solidarietà, come il comune di Aversa, varie istituzioni e cittadini. Nell’inno della New Dreams, ‘Vuless immaginà’, – continua Liotto – c’è una frase che dice ‘La solidarietà vera somiglia a una macchia d’olio che si allarga piano piano, tu tenti di fermarla ma lei continua e si allarga sempre più’. Credo che, mai come in questo caso, esempio più reale si possa fare. Tante gocce che, messe assieme, hanno formato un piccolo fiume denso di solidarietà per tutti i partecipanti a questa edizione di Una Mano Tesa”.

clicca per

ingrandire

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico