Aversa

Raffica di controlli e denunce della Polizia Ferroviaria

La stazione ferroviaria in Piazza Mazzini, AversaAVERSA. Si intensificano i controlli della polizia ferroviaria nei dintorni dello scalo di Aversa, in piazza Mazzini.

Nella pomeriggio di venerdì, un pregiudicato napoletano di 64 anni, su cui gravava un foglio di via obbligatorio da Aversa, è giunto in treno nella stazione normanna, cercando di mimetizzarsi tra i numerosi viaggiatori, ma è stato subito raggiunto e bloccato dai poliziotti, che lo hanno denunciato e rispedito a casa.

Nello stesso pomeriggio due giovani, di 26 e 29 anni, uno proveniente dal napoletano, l’altro dall’agro aversano, venivano anch’essi deferiti all’autorità giudiziaria e gravati da divieto di ritorno ad Aversa poiché sorpresi mentre si aggiravano con fare sospetto tra le auto in sosta nel parcheggio orario adiacente alla stazione.

Negli ultimi giorni, poi, la Polfer ha identificato e controllato 46 persone, elevando 12 contravvenzioni ferroviarie e 22 al codice della strada, soprattutto a carico di motociclisti indisciplinati che posteggiano i veicoli sull’ampio marciapiede antistante la stazione. Addirittura, uno di questi, era salito sul marciapiede con la moto, circolando su di esso fino a lasciarlo in sosta vicino alla biglietteria. Tra l’altro il centauro era sprovvisto di patente di guida e il mezzo non aveva né copertura assicurativa né certificato di revisione. Alla fine, i poliziotti gli hanno fatto, per dirla alla Totò, “un servizio che non si scorderà mai”: ben 1034 euro di multa e una denuncia per guida senza patente.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico