Aversa

Area Texas, incontro in Regione per richiesta di “Housing Sociale”

l'area ex TexasAVERSA. Conferenza dei servizi questa mattina presso la Regione Campania per discutere della richiesta di “Housing Sociale” da parte dei titolari dell’area ex Texas, e in città si riaccendono i timori per una possibile cementificazione dell’area.

Un’area, tecnicamente industriale, dismessa, che da tempo è di proprietà della famiglia dell’attuale presidente della provincia di Napoli Luigi Cesaro. Negli uffici di via Santa Lucia per la città di Aversa saranno presenti l’assessore all’urbanistica Giuseppe Mattiello e il dirigente del settore Ciro Navarra. Ed è proprio il primo, con tono indignato, a sottolineare che il comune di Aversa ha evidenziato che il Consiglio comunale ha deciso che in tutto il territorio aversano, area ex Texas inclusa, non è possibile trasformare le aree industriali dismesse in aree fabbricabili. Lo stesso ha ricordato quanto, di concerto con il primo cittadino, andrà a dire questa mattina: il Comune ha potestà ed autonomia attraverso il Consiglio comunale nel governo del territorio e solo da questo ente può venire un’eventuale decisione in tal senso.

Questa della conferenza dei servizi è l’ennesima tappa di un iter che ha già visto il comune normanno rispondere ad una nota della Regione con la quale si rivolgevano tre domande all’amministrazione relativamente a questa oramai famigerata area. Una richiesta che, come ha spiegato lo stesso assessore Mattiello, cercando di mitigare i timori, “è la diretta conseguenza della partecipazione dei proprietari del suolo in questione ad un bando regionale per l’edilizia residenziale sociale”.

Nella nota regionale si chiedeva di conoscere se le previsioni del piano regolatore generale attuale erano o meno in contrasto, relativamente a quel suolo, con possibili interventi residenziali. A questa domanda fu risposto che l’area è oggi classificata come industriale artigiana. La seconda informazione richiesta era relativa alla presenza di eventuali strumenti urbanistici di livello superiore a quello comunale ed in questo senso la risposta è fu negativa. Il terzo quesito era finalizzato a conoscere se l’area era sottoposta a vincoli particolari ed anche qui la risposta fu negativa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico