Villa Literno

Fabozzi e Ucciero: “Batteremo le lobby affaristiche”

Nicola UccieroVILLA LITERNO. Piazza Marconi gremitissima e grande entusiasmo per la prima uscita pubblica della lista “Amici di Villa Literno”.

La manifestazione, promossa dallo schieramento guidato dal candidato sindaco Nicola Ucciero, si è conclusa nella serata di domenica 10 aprile. Tantissimi i cittadini radunatisi nella piazza liternese; una straordinaria partecipazione andata ben oltre le più rosee aspettative degli stessi organizzatori dell’iniziativa. Il comizio è stato introdotto e coordinato da Nicoletta Iavarazzo. Il primo a prendere la parola è stato Maurizio Tavoletta, segretario cittadino del Pd, che ha difeso a “spada tratta” l’operato delle precedenti amministrazioni Fabozzi e ha criticato la lista avversaria per l’inconsistenza di programma e uomini. È toccato poi al candidato al consiglio comunale Tammaro della Corte. “La camorra – ha detto – si combatte con il lavoro e lo sviluppo, non con le promesse vergognose fatte dai nostri competitor”.

Dal canto suo, Francesco Basile ha affermato che Nicola Ucciero sarà “un sindaco in grado di dare risposte concrete ai cittadini”. La palla è passata a Umberto Pagano. “Durante gli anni della gestione delle amministrazioni Fabozzi – ha sottolineato – Villa Literno ha fatto enormi passi in avanti sotto il profilo sociale e culturale, mentre con i nostri avversari si farebbe un salto nel passato di oltre 20 anni”. Accorato l’intervento di Augusto Pedana: “Si devono vergognare di dire che noi siamo “comandati” da Enrico Fabozzi. La nostra lista è onorata di avere tra i candidati il consigliere regionale ed ex sindaco Fabozzi; un uomo che fa lustro alla nostra lista e alla nostra città”.

La manifestazione è entrata nel vivo con l’intervento di Nicola Ucciero, candidato sindaco della lista “Amici di Villa Literno”. “Polo nautico, porto turistico e rilancio dell’agricoltura rappresentano le tematiche principali per la crescita economica e occupazionale del territorio. Ma – ha promesso Ucciero – la prima cosa che faremo è la riduzione degli oneri di urbanizzazione e l’assegnazione del bonus per le giovani coppie che vogliono acquistare una casa. Inoltre, porteremo l’acqua in tutte le abitazioni di Villa Literno, grazie al lavoro svolto dall’ex sindaco Enrico Fabozzi è già pronta la convenzione che firmeremo con il Consorzio idrico”.

Ucciero ha rilanciato la sfida al suo avversario a un confronto pubblico. “Il mio concorrente continua a rifiutare il confronto a dimostrazione della piccolezza e della miseria politico-amministrativa della sua ammucchiata”. Il comizio è stato chiuso dall’intervento del consigliere regionale, on. Enrico Fabozzi. L’ex primo cittadino liternese ha infiammato il popolo ricostruendo gli ultimi mesi della sua amministrazione. “Ho assistito alla celere diffusione, all’interno di una parte della maggioranza, della sindrome della sindachite. Anche per questo devo ammettere di aver commesso il più grave errore della mia lunga esperienza politica, cioè di consegnare le sorti del Comune nelle mani di un incompetente. Da allora è nata tra alcuni consiglieri la corsa alla poltrona, con l’inizio di una guerra basata solo sui personalismi e sulla conquista del potere. Ma voglio spegnere fin da oggi – ha annunciato l’on. Fabozzi – ogni speranza dei nostri avversari di speculare sulla pelle dei cittadini liternesi. La lista ‘Amici di Villa Literno’, infatti, continuerà a seguire la linea urbanistica tracciata con l’approvazione del Puc, un provvedimento storico per la nostra città. La nostra priorità è e sarà la tutela del territorio, perché solo uno sviluppo urbanistico ecocompatibile potrà essere il volano dell’economia locale con la creazione di posti di lavoro che garantiscano la dignità delle persone e dei lavoratori. Ribadisco – ha aggiunto il consigliere regionale – che noi impediremo qualsiasi tentativo di cementificazione selvaggia, che devasterebbe il territorio per avvantaggiare le lobby economiche e affaristiche”.

Sotto l’aspetto politico, l’ex sindaco di Villa Literno si è scagliato frontalmente contro la logica dell’imbarcamento di tutto e tutti seguita dalla lista avversaria. “Hanno messo in piedi un’ammucchiata, che non potrà mai essere in grado di governare il Comune. In ogni caso – ha concluso Fabozzi – così come abbiamo già battuto l’ammucchiata parte prima, poi l’ammucchiata parte seconda, ora batteremo anche l’ammucchiata parte terza”.

Alla fine del comizio, c’è stato l’annuncio a sorpresa della candidatura del consigliere uscente Antonio Ciliento nella lista Amici di Villa Literno”. “Dopo aver ascoltato le parole di Ucciero e Fabozzi – ha detto dal palco Ciliento – ho deciso di candidarmi assieme a loro per il bene del nostro Comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico