Trentola Ducenta

Scrutatori, Apicella denuncia: “Alla fine è stata la solita spartenza”

Giuseppe ApicellaTRENTOLA DUCENTA. Sulle nomine degli scrutatori “Alternativa Civica”, con il candidato sindaco Giuseppe Apicella, critica la scelta fatta dalla commissione elettorale per la nomina degli scrutatori.

“Avevamo suggerito un criterio democratico e trasparente, proponendo il sorteggio per la nomina degli scrutatori, in tempi utili per poter decidere di deliberare in merito. Evidentemente i rappresentanti delle altre due liste non sanno lontanamente che cosa vuol significare il concetto più volte ribadito, pure da loro, di ‘trasparenza e legalità’”.

Questo il commento di Apicella, che aggiunge: “Sappiamo bene che le regole concedono la spartizione degli scrutatori tra i componenti della commissione stessa, ma la città aveva bisogno di un segnale forte che desse l’impressione che si volesse iniziare a cambiare una volta per tutte questo sistema arrogante e clientelare. Ma c’è qualcuno, anzi più di qualcuno, che ci tiene a mantenere questo stato ‘pantanoso’ di cose. E’ una vergogna fare finta di accettare e poi, subito dopo, smentire attraverso gli atti quello che si era falsamente condiviso. Pensiamo che questi signori usino le nomine degli scrutatori ai meri fini di essere votati. Ma se pure ciò non fosse, affermiamo senza mezzi termini che così facendo è stato violato un diritto. Si è tolta sicuramente la possibilità alla stragrande maggioranza dei giovani della città di partecipare al sorteggio”.

Per Apicella, la commissione (formata dagli ex consiglieri comunali Giuliano Pellegrino, Luciano D’Alessio e Nicola Grassia) “ha dimostrato ancora una volta che chi la componeva non può assolutamente ricoprire un ruolo istituzionale come quello di consigliere perché essi sanno tutelare gli interessi dei pochi e non quelli dei molti giovani della città. Anzi, questi sanno solo prendere per se stessi e non sanno dare agli altri. D’altronde, non ci meravigliamo noi siamo ‘Alternativa’ anche per questi piccoli segnali di trasparenza chiediamo agli elettori di riflettere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico