Santa Maria C. V. - San Tammaro

Rauso: “E’ ora di svegliarsi”

Gaetano RausoSANTA MARIA CV. Stiamo assistendo da tanti anni ad un modo di amministrare disastroso per questa città e , finalmente, i Sammaritani si stanno rendendo conto dei danni che le amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi decenni …

… hanno arrecato ad essa, alla sua popolazione ed alle potenzialità occupazionali, sociali ed all’assetto urbanistico di un territorio che è assediato dalla speculazione e dall’affarismo. Dar voce alla protesta contro la mala amministrazione che ha prodotto solo sprechi di danaro pubblico, abusi edilizi, vessazioni contro chi non è allineato e l’incoraggiamento di progetti finalizzati solo allo sfruttamento del territorio per fini speculativi è un dovere di tutti i Sammaritani.

Il rifiuto di questa classe politica che ha il coraggio di riproporsi all’elettorato deve essere espresso in modo chiaro, come ultima possibilità per riscattare la nostra città. Bisogna dire basta. E’ ora mandare a casa, una volta per sempre, questi personaggi così dannosi per la nostra Santa Maria, questi “barbari colonizzatori” che l’hanno potuta saccheggiare impunemente e che aspettano, come avvoltoi famelici, di spartirsi quel che resta della sua carcassa. I trasversalismi ed i ribaltoni a cui abbiamo assistito in questa ultima consiliatura, sono la fotografia di quanto è successo negli ultimi quindici anni in questa città.

La mancanza di una vera opposizione e di una chiarezza nelle scelte di campo hanno consentito alle amministrazioni che si sono succedute di favorire i disegni spregiudicati di chi non ha interesse allo sviluppo della città, ma solo ad arricchirsi. Ora è tempo di essere chiari!!! Chi vuole bene alla città ed a se stesso dovrà opporsi fermamente a questi personaggi ed al loro modo di amministrare; si abbia il coraggio di votare chi, per la prima volta in tanti anni, si è opposto agli speculatori ed a coloro i quali sono stati artefici di questo disastro.

Non è più tempo di nascondersi ; non è più tempo di ascoltare vaghe e vane promesse che, puntualmente, vengono disattese. Hanno distrutto ogni possibilità occupazionale dismettendo industrie (vedi Finmek, Tabacchificio) dove al posto di industrie vogliono realizzare altre case inutili;così come vogliono fare con l’ex Politeama e l’ex Mulino Parisi. Hanno fatto si che venisse dismesso in gran parte l’Ospedale Melorio, e stanno mettendo le basi per il trasferimento del Tribunale a Caserta.

Dobbiamo opporci a tutto ciò, è ora di svegliarsi. Battiamoci contro questo sciacallaggio politico ed economico. Ridiamo dignità a Santa Maria Capua Vetere votando quei pochi che sono stati il baluardo di questa battaglia contro il malaffare, sperando che non si rinnovi questi quadro così desolante che ha caratterizzato la vita politica ed economica di Santa Maria.

Gaetano Rauso

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico