San Marcellino

Scrutatori, D’Angiolella: “A deludere è stato Colombiano”

Francesco D'AngiolellaSAN MARCELLINO. “Colombiano, candidato sindaco dell’Ancora, si sta lamentando continuamente perché l’attuale primo cittadino e membro della commissione elettorale comunale, Pasquale Carbone, …

… si è rifiutato di voler adottare il metodo del sorteggio per la nomina degli scrutatori per le prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio ed, in particolare, il candidato sindaco dell’Ancora si lamenta per la delusione delle decine di giovani accorsi ad assistere che si aspettavano un sistema che non fosse basato sulle logiche spartitorie. In realtà a deludere è proprio Colombiano”.

Queste le parole del candidato consigliere della lista “La Rosa”, Francesco D’Angiolella, in merito alle dichiarazioni fatte in questi giorni dal candidato sindaco dell’Ancora sulla nomina diretta degli scrutatori, avvenuta lunedì 25 aprile. “Ebbene si, – dice D’Angiolella – è proprio lui a deludere perché non è all’altezza del compito che gli è stato dato, ovvero di membro della commissione elettorale comunale, poiché non conosce la legge. Non la conosce perché essa prevede che se non viene deciso all’unanimità il sorteggio, gli scrutatori vengono nominati per votazione ed ogni componente ha diritto a votare, compreso lui in, quanto rappresentante della minoranza”.“Per me è un incompetente e tutti questi giovani più che essere delusi da Carbone, sono delusi da Colombiano perché non conosce i regolamenti e non li sa difendere”, aggiunge il candidato consigliere de “La Rosa”.

A proposito delle dichiarazioni di Ettore Cantile, presidente dell’Ancora, riguardo il suo intervento per la scelta del metodo del sorteggio, D’Angiolella puntualizza: “Chi è Ettore Cantile? E’ un normale spettatore e deve limitarsi semplicemente a fare il suo ruolo. E’ uno sprovveduto quanto Colombiano. Niente potrà cambiare in questo paese se ci sono ancora persone come loro, inconcludenti dal punto di vista politico-amministrativo”. “Mi auguro – conclude D’Angiolella – che si svolga una campagna elettorale con un clima calmo e tranquillo e spero, soprattutto, che vinca la formazione migliore, cioè ‘La Rosa’. Spero col cuore che non vinca l’Ancora, coalizione formata da gente irrazionale che non garantisce nulla ai giovani, a cui noi della lista ‘La Rosa’ pensiamo molto con le specifiche competenze”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico