Orta di Atella

Nuovi arrivi nella Commissione Pari Opportunità

Lina CapuanoDaniela AgrilloORTA DI ATELLA. Si è riunita mercoledì pomeriggio la Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Orta di Atella.

Riunione particolarmente importante in quanto, in seguito alle dimissioni di Pasquale Iavarone, Angela D’Ambrosio e Antonietta Adamo si è necessariamente dovuta reintegrare la commissione con l’ingresso di tre nuovi innesti. Le tre new entry, nominate con decreto sindacale, sono pertanto Anna Mennon, già socia dell’associazione Archeoclub, l’architetto Lina Capuano, ex consigliere comunale eletta per ben due volte anche alle ultime elezioni comunali, e la dottoressa Daniela Agrillo, giovane psicologa specializzata in criminologia e particolarmente attiva e conosciuta nel sociale, soprattutto nel napoletano.

A questo punto la Commissione risulta così essere composta: la presidente Immacolata Migliaccio e la vice presidente Bruna Sibilio, la segretaria esterna Anna Ronza, le consigliere Tanya Brancaccio, Emma Indaco, Margherita Iovino, Maria Teresa Abbate, Speranza Dell’Aversana, Daniela Agrillo, Lina Capuano, Anna Mennon, Arturo Conte, Micaela Cerrone e Giuseppina Sorvillo.

Anna MennonImmacolata Migliaccio Molto soddisfatta la presidente Migliaccio, che afferma “Nel ringraziare i tre componenti uscenti per l’apporto dato in questi mesi, colgo l’occasione per dare il benvenuto alle tre nuove componenti che ritengo di alto spessore sia umano che professionale. Non a caso sono figure che già hanno operato ed operano nel sociale da diversi anni. Loro stesso provvederanno insieme al resto del gruppo alla stesura del programma che a breve sottoporremo all’amministrazione comunale. Un programma ambizioso che prevede incisive iniziative finalizzate a quello che è la vera ragione per cui è nata la nostra commissione, ossia dare laddove possibile un aiuto a chi tante opportunità nella vita non può averle. E tra qualche giorno, presumibilmente ad inizio maggio tre esperte del settore a costo totalmente gratuito, gestiranno lo Sportello d’Ascolto che inizialmente avrà sede presso la casa comunale in orari e giorni da stabilire. Inoltre in attesa della fine della stesura del nostro programma, per il mese di Maggio stiamo lavorando per una iniziativa culturale nei luoghi atellani ricchi di storia e troppo spessi non menzionati o valorizzati abbastanza. Non posso che ringraziare ulteriormente – conclude Migliaccio – chi mi ha dato la possibilità di fare questa esperienza e ovviamente il gruppo che mi affianca per quanto hanno dato sino ad oggi”.

Nelle foto: in alto, da sin. Capuano e Agrillo; in basso, da sin. Migliaccio e Mennon

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico