Orta di Atella

Katia D’Amore si piazza al terzo posto di “Sfida la Voce”

Katia D’Amore ORTA DI ATELLA. Prestigioso terzo posto per la giovane cantante Katia D’Amore che lo scorso dodici aprile si è piazzata sul podio di “Sfida la Voce”, la kermesse musicale di Canale Italia.

L’evento, presentato da Floriana Secondi (nella foto con Katia) del Grande Fratello e da Angelo Martini di Rai 2, ha visto “sfidarsi” per diverse settimane 50 giovani talenti provenienti da tutt’Italia. E come sempre la giovane performer atellana ha dato dimostrazione di grandi abilità vocali catturando critica e pubblico, arrivando sino alla finale. Le esibizioni di Katia sono state a dir poco coinvolgenti e capaci di scatenare entusiasmo ed ammirazione.

Numerosi gli impegni che attendono Katia già a partire dalle prossime settimane, e che testimoniano meglio di qualunque altra cosa la sua acsesa verso il successo. Il 6 maggio sarà ospite, insieme ad alcuni calciatori del Napoli, al Teatro Acacia per una serata di beneficenza per una raccolta fondi in favore della fondazione A.I.Stom. Il 28 maggio, invece, è in programma un concerto a Roma insieme ad altri big della canzone italiana. Ma l’appuntamento più imminente è quello per la XIII edizione della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente” dove si esibirà in quanto vincitrice dell’edizione 2010 del Premio “CantAtella.

“I tanti riconoscimenti di questi mesi – commenta Katia – non fanno altro che confortarmi e spingermi a proseguire lungo la strada intrapresa in tutti questi anni. La mia passione per la musica, accompagnata dalla dedizione con la quale mi dedico a questa magnifica arte mi stanno dando enormi soddisfazioni che fungono da incentivo a studiare sempre di più per far sì di realizzare il sogno della mia vita. Ovviamente se tutto questo sta diventando possibile lo debbo a quanti mi sono vicini a cominciare da mio padre, Antonio, in primis che mi ha trasmesso il suo amore per la musica, da mia madre, Domenica, fino ad arrivare al maestro Mirabelli che tanto mi sta dando”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico