Maddaloni - Valle di Maddaloni

Discarica via Sauda: interrogazione di Tagliafierro

Aldo TagliafierroMADDALONI. Sulle discariche di via Sauda c’è anche l’interrogazione del consigliere dell’Api, Aldo Tagliafierro.

Metri e metri di rifiuti da quelli meno offensivi a quelli pericolosi invadono la già martoriata area maddalonese in cui insistono industrie insalubri, abitazioni, campi coltivati, un agriturismo e la Cementir. E’ un’area già conosciuta ai maddalonesi. E’ l’area di via Sauda, confinante con la Cementir e che all’interno presenta le industrie insalubri non ancora delocalizzate. “E’ questo – esordisce Tagliafierro – la desolante situazione ambientale che per troppo tempo è presente tra Maddaloni e Caserta. Più discariche a cielo aperto – precisa il Consigliere – lungo tutto un tragitto che si snoda tra campi coltivati e un agriturismo. Nessuno sembra essersi accorto della loro presenza”. Eternit a iosa, materiali di risulta, sacchi contenenti immondizia indifferenziata oltre a materiale tossico. Ancora una volta via Sauda si scopre la parte più colpita dallo stato di abbandono ambientale di Maddaloni.

“La salute dei cittadini di via Sauda è resa ancora più a rischio da queste discariche, che potrebbero liberare sostanze nocive anche in caso di incendio. Ed il pericolo – chiarisce Tagliafierro – esiste. Come pure esiste il pericolo che i terreni coltivati possano essere contaminati da agenti inquinanti. Bisogna intervenire al più presto perché la strada è diventata un ricettacolo di degrado e sporcizia”.

Il capogruppo dell’Api auspica l’intervento del sindaco Cerreto e ne spiega il motivo. “Le discariche rappresentano un vero e proprio attentato alla salute dell’ambiente e dei cittadini. La vicinanza di queste discariche, del tutto abusive e dunque prive di regolamentazioni sulla quantità ed il tipo di rifiuti contenuti, a zone adibite alla coltivazione non può che nuocere gravemente alla salute dei cittadini. Le sostanze tossiche – conclude Tagliafierro – potrebbero facilmente penetrare nel terreno e potrebbero diffondersi nell’aria, causando disturbi e malattie nei soggetti che vengono malauguratamente in contatto con queste fonti di inquinamento Per questo chiedo al Sindaco di intervenire al più presto e di provvedere alla bonifica”.

“Considerato che tale stato di fatto costituisce un grave pericolo per la salute pubblica e che pertanto si configura una situazione di estrema emergenza, invito il sindaco Cerreto ad intraprendere tutte le iniziative finalizzate all’eliminazione del degrado igienico sanitario ed ambientale dall’area in questione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico