Italia

Milano, incendio alle case popolari: un morto e sei feriti gravi

 MILANO. Vasto incendio a Milano, venerdì mattina, nelle case popolari di viale Fulvio Testi 87, in zona Niguarda-Pratocentanaro. Una 30enne è morta e molte persone sono rimaste intossicate, 6 delle quali – tra cui una bambina di 5 anni – in modo grave.

Le fiamme, sviluppatesi nel seminterrato, dal basso si sono propagate rapidamente fino al quinto piano, causando l’esplosione dei vetri della tromba delle scale. L’allarme è stato lanciato da una signora che abita al quarto piano. Gli inquilini dei piani alti sono rimasti intrappolati dal fumo e dal fuoco nei loro appartamenti. La trentenne è morta per asfissia: l’hanno trovata per terra, vicino al letto, nel suo appartamento al quinto dello stabile. Non si conoscono ancora le sue generalità; i proprietari dell’appartamento sono in Brasile, e quindi potrebbe anche trattarsi di un’abusiva. Dei 6 feriti trasportati negli ospedali, 4 sono adulti e due bambini.

L’incendio si è sviluppato verso mezzogiorno nella scala B del civico 87. I vigili del fuoco sono intervenuti con 5 mezzi e hanno portato in salvo molte persone con le autoscale. Gli operatori del 118 di Milano hanno raggiunto il luogo dell’incendio con tre automediche e con il mezzo di Coordinamento Grandi Emergenze, una sorta di ospedale da campo che può soccorrere molte persone.

Due dei feriti gravi sono ricoverati al Niguarda: un uomo è intubato mentre una donna anziana presenta gravi ustioni. Al San Raffaele sono stati trasportati una donna intubata, una bambina di 5 anni con ustioni maggiori e un terzo paziente con ustioni minori. Al Fatebenefratelli infine un uomo con ustioni a un braccio. All’ospedale di Cinisello sono ricoverate due donne che hanno inalato fumo.

“È successo tutto all’improvviso, in un attimo sono esplosi i vetri e si sono viste fiamme dappertutto”», ha raccontato uno dei condomini della scala di fronte a quella nella quale è divampato l’incendio. “Di certo non c’è stata un’esplosione”, ha precisato il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, giunto sul posto. “Una donna peruviana stava per lanciarsi giù dalla finestra, ma poi siamo riusciti a convincerla ad aspettare”, ha raccontato un altro inquilino dello stabile. Proprio la donna peruviana ha però aperto la porta del suo appartamento, che in un attimo si è riempito di fumo e che ha preso in pieno anche la sua bambina. Entrambe sono state ricoverate, le loro condizioni non sono gravi. Sul posto è in arrivo il magistrato di turno Elisa Moretti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico