Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Oasi Variconi, presentato progetto al Ministero dell’Ambiente

 CASTEL VOLTURNO. La prima risposta amministrativa concreta per la riserva avifaunistica dei Variconi è giunta nel tardo pomeriggio di ieri, quando il sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone

… e l’apparato amministrativo del settore ecologia e ambiente del Comune, rappresentato dall’ing. Mario Montanari, hanno sottoscritto e firmato il progetto elaborato dagli architetti Alessandro Ciambrone e Gabriella Abate, il quale sarà presentato entro poche ore al ministero dell’Ambiente. Il proposito è di partecipare al bando lanciato dall’apparato governativo nazionale per il risanamento, la tutela e la rigenerazione degli ambienti naturali.

A seguito della proposta di bando, portata sul tavolo di confronto associativo dalla presidente dell’Ente Riserve Foce Volturno, Costa Licola, Lago di Falciano, Amelia Caivano, le varie associazioni ambientaliste, tra le quali anche la costituenda associazione “Le Sentinelle”, hanno integrato il progetto sottoscritto con delle proposte scientifico,logistiche e relazione informative, il tutto gratuitamente. Il primo progetto cantierizzato per il bando ministeriale è caratterizzato da proposte e relazioni di progetto del Wwf Campania rappresentato da Alessandro Gatto, dell’Ebn Italia Alessio Usai, nonché da spunti e idee progetto elaborate dai rappresentanti delle “Sentinelle”. Il documento è rivolto al risanamento e alla rigenerazione del “Bene Ambientale” della riserva dei Variconi. Lo stesso verte su un primo intervento strutturale per la creazione di una stazione ornitologica all’interno della riserva. Sede di tale stazione, se il progetto dovesse risultare vincente, sarà con ogni probabilità proprio il capanno centrale ormai distrutto dai vandali. Inoltre sono previsti una serie di interventi per lo studio e il recupero, nonchè la rigenerazione della flora e della fauna della riserva dei Variconi.

Al riguardo il progetto prevede anche la costituzione di un servizio di informazione e promozione dell’Oasi, al fine di rilanciare l’immagine e informare i cittadini, nonché i turisti sulla risorsa ambientale territoriale, da non considerarsi più come un ambiente a se, ma come un bene per l’intera comunità. Nella riunione associativa e amministrativa di l’altro ieri, alla quale ha partecipato anche il professore e scrittore, nonché consigliere del Pd, Alfonso Caprio, è stata presentata anche la prima bozza dell’atto costitutivo dell’Associazione “Le Sentinelle”, che a breve sarà registrata, al fine di offrire alla cittadinanza e alla società civile uno strumento democratico e partecipativo, rivolto al volontariato e alla tutela delle riserve di Castel Volturno.

E’ stata indicata quale presidente provvisoria dai soci fondatori: Germano Ferraro, Giovanni Alborino, Giuseppe Valletta, Giuseppe Ferraro, Maria Rita Di Lauro, Massimiliano Ive, Teresa Baiano; l’amministratrice del sito Domizia.it, Paola Castelli. Al riguardo si spera ora nella volontà del ministero di volere premiare Castel Volturno, che attende dal Governo una risposta concreta per il risanamento ambientale della cittadina litoranea.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico