Caserta

Fli e Api appoggiano la candidatura di Luigi Falco

 CASERTA. Alla conferenza stampa di lunedì mattina organizzata a Napoli da Futuro e Libertà sono stati presentati candidati che parteciperanno alle prossime amministrativa del prossimo maggio.

Il vicecoordinatore nazionale Italo Bocchino nel rimarcare la discontinuità da un Pdl sempre più accentratore ha definito la figura di Luigi Falco come “colonna portante del Fli, in quanto non ha accettato le regole spartitorie dei partiti”. “La consacrazione ufficiale dell’appoggio, già annunciato dall’onorevole Paglia e da tutto l’establishment di Futuro e Libertà casertano, avuto in un territorio più ampio, come quello napoletano, mi riempie di orgoglio”, commenta Falco, che aggiunge: “Sul piano personale l’amicizia con l’on. Bocchino è antichissima e mai scalfita da polemiche, mi ha sempre stato chiesto una sola cosa e cioè di essere testimone di una buona politica e di una buona amministrazione. Questo me lo chiedeva nel 1997 con la mia prima candidatura, e ancora questo mi chiede nel 2011. Futuro e Libertà non rappresenta per me un serbatoio di voti perché è noto che a Caserta stiamo costruendo questo partito, ma, rappresenta il contenitore di un’immagine pulita che accetta di far parte della destra con orgoglio, con serietà, con storia e soprattutto accetta di far parte di quella destra che si apre a nuove esperienze politiche che non si chiude in se stessa, che non è autoreferenziale, che non utilizza il nome ed il marchio di Berlusconi per raccogliere consensi e che saprà in futuro dimostrare che tutto un popolo di centrodestra, invece di sfrangiarsi vuole unirsi intorno ad un unico credo che è quello della buona politica, della buona amministrazione. Questa destra ha trovato i suoi canali e i suoi referenti in Gianfranco Fini e Italo Bocchino. Sono onorato che vogliono appoggiarmi e sono sicuro che questo rapporto non sarà solo per un momento elettoralistico ma prelude a rapporti di politica più alti per l’interesse della città di Caserta. Altrettanto mi onoro dell’adesione dell’Api per i riferimenti nazionali e anche locali che si individuano nella persona di Pierino Squeglia. Ho assolutamente accettato l’offerta di essere con me. Non ho messo veti se non sulla totale discontinuità con la recente esperienza amministrativa ove mai ci fossero rappresentanti di quell’ amministrazione in Api, e con l’assoluta necessità di un rinnovamento totale non solo nelle figure ma, anche nei progetti. Con queste condizioni son ben arrivati nella squadra anche i componenti dell’Api”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico