Caserta

Cultura, Marino e Follini a confronto con i giovani

 CASERTA. “Siamo la provincia più giovane della Campania, ma ai nostri ragazzi continua a essere negata pure la nuova biblioteca comunale pronta da tempo. Abbiamo un polo universitario, ma non riusciamo a trattenere qui i nostri talenti.

C’è bisogno di ripensare il modello culturale di Caserta, noi l’abbiamo fatto e vogliamo realizzare la città della conoscenza, che vuol dire mettere al centro la cultura come motore capace di tradursi in economia, fattore di sviluppo e opportunità di occupazione”.

Un ruolo più incisivo dell’Università, con un più forte collegamento con il mondo del lavoro, e un piano di educazione permanente che veda il Comune pronto a investire in cultura: sono le priorità d’azione del candidato sindaco del centrosinistra, Carlo Marino, che ha introdotto così l’incontro di sabato mattina con il senatore del Partito Democratico, Marco Follini, alla libreria Feltrinelli di corso Trieste. Follini e Marino hanno incontrato i giovani per dialogare sui temi della cultura, “in un raro e importante esempio di dialogo tra mondo politico e mondo culturale”, come lo ha definito Caterina Di Matteo di “Officina teatro”.

Nella piazza del sapere, nel corso del dibattito moderato da Carlo De Michele dell’associazione Carta ’48 e Pasquale Iorio dell’Aislo, sono intervenuti, tra gli altri, i deputati Stefano Graziano e Pina Picierno, e tanti giovani: studenti universitari, ricercatori, docenti, artisti, che hanno “intervistato” i due politici.

 Follini ha indicato la rotta: “Il riscatto del Sud passa dalla valorizzazione dei suoi beni, della sua cultura millenaria. Ma per centrare questo obiettivo è necessaria una nuova classe dirigente qui a Caserta, in cui i cittadini-elettori si possano rispecchiare, trovando onestà intellettuale e rigore etico. Carlo Marino sta ascoltando molto il ventre di Caserta, sa ascoltare e proporre progetti concreti, questa è la sua vera forza. Il Paese chiede una politica meno litigiosa e più propositiva. Il Partito democratico sta già facendo la sua parte, anche in vista delle prossime amministrative scegliendo candidati dalle indubbie capacità”.

Prima dell’incontro alla Feltrinelli, il senatore Follini, Marino e Graziano hanno fatto visita al vescovo di Caserta, monsignor Pietro Farina. Mezz’ora di colloquio dai toni cordiali, in cui si è parlato di etica e dei temi della città. “Al nostro pastore – ha sottolineato Marino – va il ringraziamento per la sua grande disponibilità all’ascolto e per l’attenzione con cui segue la vita civile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico