Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Censimento, la dirigenza Istat elogia il Comune di Casal di Principe

Pasquale MartinelliCASAL DI PRINCIPE. Nella sede casertana dell’autorità territoriale di Governo, il Comune di Casal di Principe ha ricevuto il plauso e gli elogi del direttore regionale Istat, Pasquale Cimmino, per il lavoro svolto in materia di censimento.

“E’ una bellissima notizia – il primo commento del sindaco Pasquale Martinelli – ed è il miglior attestato di una casa comunale casalese che, nell’insieme dei suoi dirigenti ed impiegati, sta incamminandosi sulla più giusta ed opportuna via dell’impegno e dei buoni risultati: le capacità e le professionalità ci sono e sono tante…”. Inutile dire anche dell’immensa soddisfazione registrata presso gli stessi uffici comunali.

Per intanto, è necessario fare una premessa: quest’anno il censimento non è avvenuto come nel passato ma è stato eseguito con l’apporto di notevoli innovazioni. Per prima cosa, si dovevano rilevare i numeri civici e i fabbricati comunali, mentre il censimento vero e proprio lo avrebbero fatto i cittadini, dopo aver ricevuto a casa un questionario da compilare e spedire all’attenzione della sede Regionale dell’Istat in Campania. Il lavoro preparatorio, pertanto, toccava ai comuni: a cui spettava inviare per tempo l’elenco dei numeri civici e degli edifici a cui spedire i plichi previsti. Il lavoro per la rilevazione doveva partire nel Novembre 2010 ma, in quella data, causa il fresco insediamento della nuova amministrazione Martinelli e l’avvicendarsi di vari Segretari comunali e di numerosi Dirigenti tecnici, nel comune casalese l’opera di censimento non è potuta partire in tempo.

E’ accaduto che le attività di censimento siano iniziate solo dopo l’intimazione della Prefettura e dell’Istat di Roma. A quel punto, l’incarico è stato conferito all’ architetto Fiorillo, quale responsabile tecnico della Rnc, e al geometra Pasquale Felaco, responsabile comunale Istat. Si fece così un concorso pubblico e, dopo gli adempimenti di legge previsti, si scelsero numero 20 rilevatori, i quali, sono stati istruiti e formati in una sola seduta.

Dopodichè la rilevazione é partita, con notevole ritardo rispetto agli altri comuni. E qui è il “grande risultato”: i rilevatori hanno fatto un lavoro enorme, hanno avuto, ognuno, assegnata una sezione del territorio e in poco più di un mese hanno inserito tutti i dati sul portale ed hanno così concluso. Da notare, altresì, che la stragrande azione d’inserimento dati sul portale è spettata proprio allo stesso Felaco. Fino all’evento finale: lunedì scorso, Felaco e il Responsabile Anagrafico Pignata, in rappresentanza dell’ente casalese, insieme a tutti i comuni di Terra di Lavoro, sono stati convocati in Prefettura, “per prendere atto delle dovute direttive e della programmazione”.

Nell’occasione sono intervenuti il Direttore Regionale Istat della Campania, Pasquale Cimmino, Responsabile Rnc; Patrizia Pimpinella, funzionario Istat, responsabile della Lac l’Anusca; e vari Funzionari di Prefettura, responsabili del censimento provinciale. In una sala strapiena, dopo gli interventi di rito, il dirigente Cimmino ha fatto il punto della rilevazione prodotta e ha sottolineato, tra gli altri, l’operato svolto dal comune di Casal di Principe, congratulandosi con i responsabili ed i rilevatori che “hanno fatto un ottimo lavoro, molto meticoloso e professionale”: e che hanno iniziato per ultimi ed hanno terminato per primi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico