Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Variante Anas, 508mila euro per ampliamento uscita Casagiove-Caserta nord

 CASAGIOVE. Un’importante svolta è in arrivo per quel che riguarda la Variante Anas che collega Maddaloni a Santa Maria Capua Vetere.

Il cambiamento riguarderà l’uscita Casagiove-Caserta Nord, attualmente caratterizzata dalla difficoltà di ingresso ed uscita per i veicoli che utilizzano tale arteria. In particolare, i maggiori problemi si riscontrano nell’imboccare la Variante nel territorio di Casagiove, dove bisogna percorrere la stretta via Caccioppoli, prima di approdare sull’altrettanto angusta via Mazzocca per poi dirigersi verso l’uscita e quindi in direzione Caserta.

Con una decisione maturata definitivamente stamani, l’Anas ha stanziato 508mila euro per l’ampliamento dell’uscita Casagiove-Caserta Nord della Variante. I lavori, che prenderanno il via fra pochi giorni e dureranno per circa due mesi, interesseranno via Mazzocca, che sarà allargata di circa 6 metri, così come via Tifata (la strada che conduce verso il casello di Caserta Nord), che verrà allargata e messa in asse con la stessa via Mazzocca. All’altezza dell’attuale incrocio tra queste diverse arterie, poi, sarà realizzata una rotonda, che renderà molto più fluido ed ordinato il traffico veicolare. Un provvedimento, questo, di fondamentale importanza, che va a sanare una situazione di disagio che coinvolgeva ogni giorno un gran numero di fruitori della Variante.

L’Anas ha risposto positivamente agli interessamenti pressanti del presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, che in numerose occasioni ha fatto presente le difficoltà legate all’uscita Casagiove-Caserta Nord. Dopo i ripetuti appelli del presidente Zinzi e del sindaco di Casagiove, Vincenzo Melone, finalmente sono stati stanziati i fondi da parte dell’Anas e tra pochi giorni partiranno i lavori.

“La Variante Anas – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – è divenuta negli anni un’arteria di fondamentale importanza per l’intera provincia di Caserta. Sono lieto che la dirigenza dell’Anas abbia raccolto gli inviti che sia io che il sindaco Melone le abbiamo rivolto, decidendo di coprire le spese sia per gli espropri dei terreni che per l’esecuzione dei lavori. Ringrazio l’Anas e sono soddisfatto, in quanto riusciremo a risolvere un importante problema legato alla viabilità nel giro di qualche mese. Con questa operazione – ha concluso Zinzi – viene sanato anche un errore commesso otto anni fa, quando non furono previste né le somme per gli espropri dei terreni né quelle per l’allargamento delle strade”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico