Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Martusciello al sindaco Bosco: “Le regole vanno rispettate…da tutti”

Andrea MartuscielloCASAPULLA. Da alcuni giorni l’amministrazione comunale, ha intrapreso una vera è propria caccia al “trasgressore ecologico”.

Precisando fin da subito che sono favorevole a controlli mirati per stanare chi non rispetta le regole, specialmente nei nostri territori dove purtroppo insistono molti incivili che credendosi più furbi degli altri non contribuiscono a rendere pulita e sana la nostra terra, sono però scettico su alcuni punti.

Per prima cosa mi verrebbe da chiedere a questa amministrazione come mai pretende il rispetto delle regole quando già loro in primis stanno continuando a portare avanti un contratto di affidamento sulla raccolta dei rifiuti scaduto da oltre un anno e ad ogni nostra richiesta si continua a dichiarare attraverso gli organi di stampa, che presto verrà stipulata una nuova gara d’appalto.

Vorrei capire come questa amministrazione intende perseguire i trasgressori, multandoli se non rispettano la raccolta differenziata, quanto poi un giorno a settimana la ditta incaricata preleva dalle strade tutto quello che capita indistintamente, penalizzando in questo modo il cittadino scrupoloso che con operosità effettua la raccolta e favorendo, paradossalmente, il cittadino che per comodità deposita tutto in quel giorno di raccolta indifferenziato.

Inoltre, sta suscitando molte critiche la decisione del sindaco di regolarizzare la raccolta dei rifiuti nei condomini costringendo i contribuenti a dovere subire un ulteriore disagio quello che oltre a pagare già una Tarsu altissima, devono provvedere loro stessi al trasporto e alla pulizia dei bidoni pena il pagamento di una multa salatissima. Questo provvedimento ha provocato non poche reazioni nei cittadini e alcuni condomini, per non incorrere in sanzioni, hanno dovuto organizzarsi pagando di tasca propria degli addetti alle pulizie per adempiere a questa nuova incombenza.

Come dire “oltre al danno la beffa”, oltre ad aver aumentato la Tarsu di circa il 40%, si costringe i cittadini a sostenere un ulteriore contributo, tutto ciò per contribuire all’aumento delle percentuali di raccolta differenziata con la speranza che un giorno la Tarsu possa diminuire. Per il momento paga, poi si vedrà!

Andrea Martusciello, consigliere comunale

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico