Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Grazzanise, concorso “Il paese che amo…”

 GRAZZANISE. “Consentire ai ragazzi di elaborare, attraverso la scrittura e il disegno, la presentazione di aspetti tipici, culturali, architettonici e paesaggistici di Grazzanise, valorizzandone la tipicità e stimolando il senso di appartenenza e di orgoglio per la nostra storia”.

E’ questa la finalità che anima il concorso grafico e letterario dal tema “Il paese che io amo…”. Il concorso è rivolto agli alunni dell’Ica “F. Gravante” di Grazzanise e si terrà nella mattinata del 30 aprile prossimo. Forte l’intesa tra il Comitato e la Dirigente Scolastica, Maria Grazia Farina, che hanno così realizzato una sinergia virtuosa in grado di stimolare un’attenta riflessione con la guida sapiente dei docenti e tracciare una nuova strada, quella delle riflessività sul nostro territorio, su ciò che esso contiene, vive e in esso palpita.
“Il nostro Comitato – spiega Enrico Petrella, Presidente di “Senso Civico” – vuole lanciare un messaggio ed una speranza. Il messaggio consiste nel riaprire gli occhi e il cuore sul nostro paese, guardarlo come luogo di incontro, di amore, di storia e di passioni. Un paese che va amato, al di là delle vicissitudini che, invece, dovrebbero spingerci ad un supplemento d’amore. La speranza, che brilla negli occhi dei nostri ragazzi, merita di essere raccolta a piene mani e valorizzata. Vorremmo che esse prendesse sempre più forma per costruire un futuro migliore per tutti”.
Il concorso consentirà agli alunni di esprimersi attraverso il disegno o con uno scritto sul tema. Tutto il materiale giungerà nella mani di una Giuria che selezionerà gli elaborati più coerenti con il tema del concorso per premiarli il 28 maggio nel corso di una manifestazione, allietata da un momento musicale. Ai vincitori andranno premi di sicuro interesse tecnologico e a tutti un attestato di partecipazione. “Un’esperienza – conclude Petrella – che si annuncia stimolante e che ci consente di incrociare, attraverso la scuola, i nostri ragazzi , per ascoltarli e comprendere motivazioni e speranze che nessuno può deludere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico