Campania

Usura, quattro arresti contro clan Pagnozzi tra Avellino e Benevento

 AVELLINO. Quattro uomini ritenuti appartenenti al clan Pagnozzi, attivo a San Martino Valle Caudina,zona al confine tra le province diAvellino e Benevento,sono stati arrestati con l’accusa di usura ed estorsione aggravati dal metodo mafioso.

Si tratta di: Gerardo Marino di 58 anni, Franco Alvaro Mozzillo di 51, Carmine La Selva di 45 e Antonio Panella, 44, raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli, su richiesta dei pm della Direzione distrettuale antimafia coordinata dal procuratore aggiunto Federico Cafiero de Rao, ed eseguita daicarabinieri di Montesarchio (Benevento). Ricercato un quinto uomo, sfuggito all’arresto. Dei quattro arrestati, Mozzillo, Marino e Panella si trovavano già rinchiusi in carcere, mentre La Selvaè stato prelevato dalla propria abitazione e rinchiuso nella casa circondariale di Benevento.

Nel lugio dello scorso anno i militari di Montesarchio arrestarono Gerardo Marino e Alvaro Mozzillo mentre stavano incassando una rata mensile di un prestito usuraio erogato ad una vittima. Stessa sorte per Antonio Panella mentre incassava dalla stessa vittima la rata di un altro prestito usuraio. Successivamente i carabinieri hanno accertato che i reati erano commessi con l’aggravante mafioso per l’appartenenza al clan Pagnozzi. Nell’indagineè entrato anche La Selva che aveva stabilito un altro rapporto usuraio con un’altra vittima in concorso con Mozzillo. Gli investigatori hanno sequestrato assegni e documentazione contabile relativa ai prestiti usurai.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico