Campania

Elezioni, in campo la lista civica nazionale “Per il Bene Comune”

Per il bene ComuneNAPOLI. Festa della liberazione, festa della lista civica nazionale “Per il bene Comune”. Gli aderenti a questa nuova formazione civica nazionale si sono dati appuntamento per il 25 aprile al fine di promuovere la loro iniziativa nazionale tendente ad avvicinare i cittadini alla politica attiva, rivolta al bene comune.

Con vari incontri sparsi lungo la penisola italiana, tra i quali vanno menzionati quello di Napoli che si terrà all’Hotel Plaza, Piazza Principe Umberto, 23, nonché quello di Vicenza presso l’Alfa Fiera Hotel, Via dell’Oreficeria 50, e quello di Cagliari che si terrà al Caesar’s Hotel, in Darwin 2/4, gli aderenti a questa nuova idea politica si confronteranno con i cittadini e con la stampa, al fine di presentare e affrontare alcune tematiche politiche di stampo nazionale.

Noi abbiamo incontrato il moderatore della lista civica nazionale Per il Bene Comune, per la Regione Campania, Marco Sarra e abbiamo chiesto quali sono i propositi di questo movimento politico innanzi allo scenario politico attuale. “Per il Bene Comune nasce come lista civica nazionale per non riprodurre ledegenerazioni clientelari e non democratiche degli attuali partiti, praticando forme direale partecipazione democraticaalle scelte e dandotrasparenza al proprio bilancio finanziario, che viene depositato in tribunale. Per il Bene Comune è un’associazione politica di singoli cittadini e persone, che possono anche essere aderenti ad altri movimenti, associazioni, comitati e liste civiche locali, accomunati dallacondivisione del programmae delmanifesto eticoe che hanno la consapevolezza che gli attuali partiti, essendone i principali responsabili, non possano affrontare le gravi questioni che attanagliano il presente ed il futuro del nostro paese. Pertanto noi ci proponiamo di realizzare una nuova ideologia politica”.

Qual è il vostro programma?“Il nostro programma ha come fine quello di contribuire a modificare l’attuale strapotere economico, politico, militare, mediatico e scientifico, delle grandi holding finanziarie che stanno portando il pianeta verso la catastrofe ambientale, violando i trattati e rinnegando le poche preziose conquiste raggiunte nei decenni recenti, in materia di diritto internazionale, di disarmo atomico, di rispetto delle diverse culture e dei diritti umani”. “Contrastare – continua Sarra, riproponendo il documento politico del movimento – il blocco politico affaristico, rappresentato anche in Italia dal sistema finanziario, dai media, dalla malavita organizzata e dai partiti, che lavora per appropriarsi delle risorse pubbliche e del territorio, e che rende sempre più difficili le condizioni di vita del popolo; nonché mettere al centro di tutte le scelte l’attuazione della Costituzione Repubblicana, garantendo un’esistenza dignitosa a tutti gli italiani, la tutela ed il rispetto dei diritti di chi lavora, dei pensionati e dei disabili, sostenendo chi intraprende, e garantendo la fruizione degli strumenti culturali, l’istruzione e la difesa della salute a tutte le persone”.

I cittadini che vogliono seguire i lavori della conferenza del 25 aprile 2011 e non possono partecipare da vicino agli incontri nazionali, possono usufruire di un servizio messo a disposizione dalla lista in questione. Infatti mediante il sito www.perilbenecomune.net e la diretta web tv streaming i lettori potranno partecipare alle conferenze. Addirittura dalle ore 17,45 alle ore 18,30 saranno inoltrate ai relatori le domande pervenute durante la diretta web, all’indirizzoperlaliberazione@gmail.com.

A Napoli la conferenza sarà caratterizzata dalla partecipazione delle seguenti personalità: moderatore: Marco Sarra (Per il Bene Comune). Gli interventi saranno di: Angelica Romano (Comitato pace Disarmo), Giulietto Chiesa (Alternativa) e ci sarà un videomessaggio di Alex Zanotelli (padre comboniano). I contributi in differita saranno quelli di Massimo Fini (Movimento Zero), Antonio Mazzeo (scrittore e blogger), Walter Lorenzi (Disarmiamoli). A Cagliari invece, il moderatore sarà: Rita De Sario (Per il Bene Comune). Gli interventi invece saranno caratterizzati da quelli di: Claudia Zuncheddu (Consigliera Regionale), Mariella Cao (Comitato sardo “Gettiamo le basi”), Alberto Cossu (Movimento Zero-Uniti e Diversi Sardegna), Fernando Rossi (Per il Bene Comune). A Vicenza, infine, il moderatore sarà: Andrea Marcon (Movimento Zero) e gli interventi saranno di: Cinzia Bottene (No Dal Molin), Elvio Arancio (Per il Bene Comune), Gianni Lannes (scrittore e giornalista), Leonardo Mazzei (Campo Antimperialista).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico