San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Comunali 2011, conferenza stampa del centrodestra con Delli Paoli

Pasquale Delli PaoliSAN NICOLA LS. Il Popolo della Libertà, con il coordinatore cittadino Giovanni Santangelo, ha convocato per sabato 26 marzo, con inizio alle ore 11, presso l’Ora City (ex hotel Serenella), la conferenza stampa nel corso della quale verrà presentata la candidatura a sindaco di Pasquale Delli Paoli.

Alla presentazione saranno presenti anche gli alleati che sostengono il Pdl, ovvero: Forza del Sud, Nuovo Psi, Futuro e Libertà, le liste civiche “Insieme” – “Intesa Democratica” e “San Nicola Futura”. Manca a tutt’oggi il consenso della sezione cittadina dell’Udc che è al centro degli accordi che l’onorevole Domenico Zinzi dovrebbe chiudere con il Pdl provinciale. Sarebbe un vero peccato per l’Udc sannicolese non entrare a far parte della coalizione di centrodestra che, con il suo aiuto fondamentale per vincere al primo turno, potrebbe andare a ricoprire incarichi di assoluto prestigio personali e politici.

Al momento, oltre al Pdl, la coalizione può contare sulla lista civica “Insieme” che nel 2006 ottenne la bellezza di 3.093 voti pari al 24,65 %, sulla lista civica “Intesa Democratica” che ottenne 1.189 voti, Futuro e Libertà che non era presente allora, sul Nuovo Partito Socialista, anch’esso assente alla competizione elettorale, come era assente anche “Forza del Sud”. Sempre lle elezioni del 2006, con il sindaco Pascariello correva anche Forza Italia che ottenne 1.264 voti e la lista civica, diretta espressione di Alleanza Nazionale, dal titolo “Anche Noi” che ottenne 1.008 voti. Pascariello venne eletto per la seconda volta consecutiva con 7.242 voti pari al 55,72 per cento.

La coalizione di centrosinistra, con il candidato sindaco Lucia Esposito, forte di otto liste collegate (Udc, Democratici di Sinistra, Rifondazione, Comunisti Italiani, Margherita, Verdi, I Moderati e Partito Socialista) ottenne solo 5.633 voti (1.609 voti in meno del rivale) ed una percentuale pari al 43,34 per cento (oltre 12 punti percentuali in meno del centrodestra). L’Udc, che nel 2006 correva con la sinistra ed ottenne un lunsinghiero 11,14 % pari a 1.398 voti, se decidesse di non entrare a far parte del centrodestra, non riuscirebbe neppure a raggiungere il ballottaggio.

A questo punto sarebbe veramente da sciocchi perdere l’occasione per fare qualcosa in favore della collettività. Per l’Udc, ha sempre detto Pasquale Delli Paoli, è già pronto un incarico da vicesindaco e relativo assessorato (non bisogna dimenticare che in questa tornata elettorale i consiglieri comunali da 20 diventeranno 16 con un taglio del 20 per cento, e gli assessori saranno solamente cinque, contro gli attuali sette) o la Presidenza del Consiglio comunale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico