Orta di Atella

Del Prete e Roseto: “Atteggiamento personalistico del sindaco”

Salvatore Del Prete Giuseppe RosetoORTA DI ATELLA. I consiglieri comunali di Orta di Atella, Salvatore Del Prete (Udc) e Giuseppe Roseto (del Pd, subentrato dopo le dimissioni del capogruppo Salvatore Rainone) …

… denunciano “l’atteggiamento personalistico, nervoso e confusionario tenuto dal sindaco Angelo Brancaccio anche nel corso dell’ultimo consiglio comunale tenutosi venerdì 25 marzo”. “Un atteggiamento – spiegano – del tutto ingiustificato che non ha permesso il normale confronto tra maggioranza ed opposizione sui punti all’ordine del giorno, creando tensione e confusione che hanno danneggiato in primis gli interessi dei cittadini ortesi. Dobbiamo purtroppo constatare che il consiglio comunale di Orta di Atella è oramai divenuto un luogo vuoto, palcoscenico di lunghi e sterili monologhi, occasione per una continua propaganda elettorale e per lanciare offese agli avversari politici dentro e fuori il consiglio, le quali offese non hanno nulla a che fare con le scelte politiche che riguardano il territorio, ma frutto di una personalizzazione esasperata della politica”.

I due denunciano, inoltre, la impossibilità durante i consigli comunali di discutere serenamente degli argomenti all’ordine del giorno.“In riferimento a ciò – dicono Del Prete e Roseto – vogliamo esprimere la nostra amarezza rispetto a quanto accaduto al punto riguardante l’approvazione del regolamento del Forum Giovani. La nostra proposta di rinvio e di apertura di una fase di discussione tra le forze politiche (immediatamente respinta dalla maggioranza) voleva essere un tentativo di coinvolgere il numero maggiore di consensi intorno ad una proposta che nascesse da un confronto vero ed approfondito, che servisse per davvero ai giovani ortesi e che evitasse di creare la solita scatola vuota utile solo a consegnare qualche coccarda a pochi giovani graditi alla maggioranza. Il nostro voto contrario non è stato contro l’istituzione del forum, strumento importante per la partecipazione dei giovani alla vita politica e sociale del territorio, ma contro un regolamento pessimo che non prevede tre elementi fondamentali per la buona riuscita dell’iniziativa: costituzioni di un’assemblea aperta a tutti i giovani residenti ad Orta di Atella di età compresa tra i 15 e i 31 anni di età, al fine di favorire una larga partecipazione al forum; un preciso impegno da parte dell’amministrazione comunale a stanziare all’interno del bilancio comunale una voce di spesa specifica per il finanziamento del forum; l’individuazione precisa di una sede adeguata per i lavori del forum”.

“Chiediamo – concludono i due esponenti dell’opposizione – alle forze politiche del territorio di prendere una posizione chiara contro atteggiamento che oramai sono divenuti insopportabili, che stanno distruggendo ogni forma di confronto leale e democratico tra le forze politiche il tutto a svantaggio di Orta di Atella”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico