Palma Campania

Truffano aziende in crisi finanziaria, 7 arresti a Mondragone

 MONDRAGONE.I vertici di una holding che “svuotava” aziende in crisi nel nord est con guadagni milionari e relativa sottrazione di denaro ai danni di creditori e dell’erario sono al centro di un’indagine dei carabinieri di Padova che arrestato 14 persone e compiuto diverse perquisizioni.

Il gruppo, secondo quanto accertato dalle indagini, aveva base in Campania. I carabinieri – che indagano soprattutto nelle provincie di Padova, Caserta, Milano, Napoli, Pisa, Pistoia, Salerno e Siena – insieme all’autorità giudiziaria di Padova, hanno già predisposto perquisizioni in studi di notai e avvocati, se non anche presso la holding “Gruppo Catapano”, con sede legale a Napoli, da dove sarebbe partita la truffa. Diversi i reati imputati: da associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, fino a truffa e falso in atto pubblico.

L’ipotesi al centro delle indagini, avviate circa un anno fa dal pm Paola De Franceschi, sono di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, truffa e reati connessi al falso nella gestione di aziende sull’orlo del fallimento. I provvedimenti restrittivi sono stati firmati dal gip padovano, Paola Cameran.

Tra gli arrestati Giuseppe Catapano, 60 anni, fondatore della holding e attualmente neo-rettore dell’Università Popolare degli Studi di Milano, e presidente della fondazione “O.p.e.” (acronimo di Osservatorio parlamentare europeo), Alessandro Cassioli, 50 anni di Cascina (Pisa); Luca Montanino, 36 anni di Palma Campania (Napoli); Cristoforo Gammone, 47 anni di Palma Campania; Carmine Gioacchino Balzano, 35 anni di Torre Annunziata (Napoli); Elio Buonaiuto, 63 anni di Ottaviano (Napoli); Bruno Rizzieri, 47 anni di Castelvoturno (Caserta); Emilio Giuliano Pagliaro, 36 anni di Mondragone (Caserta); Giuseppina Fiorella Contestabile, 52enne di Mondragone; Maria Rosaria Grippo, 43 anni di Mondragone; Antonio Loffredo, 45 anni di Mondragone; Anna Maria Pistillo, 28 anni di Mondragone; Salvatore Cascarino, 28 anni di Mondragone; Irene Migliore, 43 anni di Mondragone.

L’organizzazione prospettava piani di ristrutturazione aziendale a società del Nordest in crisi ma, anziché sanare le ditte, manlevava fraudolentemente i clienti da responsabilità in ordine a debiti e passività contratti, facendoli transitare su ditte inesistenti, e trasferiva gli attivi e i beni aziendali in altri enti neocostituiti, in modo da evitare di versare il dovuto a fisco e creditori. Il tutto, in cambio di significativi compensi, per procedure che comportavano comunque il fallimento delle imprese e l’abbandono degli imprenditori al loro destino. Setacciati anche studi di notai e avvocati compiacenti, oltre che delle “teste di legno” del gruppo criminale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico