Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Recale, il Pdl lancia il periodico “LiberaMente”

Lello PorfidiaRECALE. Il Popolo della Libertà ha dimostrato di credere molto nell’informazione. La loro azione politica viene costantemente pubblicata sui quotidiani locali, sulle agenzie online e sui social network come facebook.

Hanno organizzato spesso volantinaggi su tematiche delicate ed oggi si apprestano a lanciare il loro periodico d’informazione chiamato LiberaMente. Lello Porfidia commenta: “Siamo pronti a lanciare quest’ulteriore mezzo d’informazione. Lo abbiamo dimostrato in quest’ultimo anno e mezzo di attività politica: il PdL Recale è la voce dei cittadini. Abbiamo detto basta al silenzio, all’oscurantismo ed all’apatia che stava distruggendo il nostro Futuro. Abbiamo deciso di schierarci apertamente per dimostrare che esiste ancora una coscienza civica; coscienza che non accetta una città gestita a proprio uso e consumo. Abbiamo deciso di esprimere LiberaMente quello che pensiamo, quello che immaginiamo per il futuro di questa città e di denunciare le innumerevoli violenze sociali, culturali ed economiche di cui, noi cittadini recalesi, siamo vittime. In una città che resta a guardare dalla finestra, abbiamo deciso, un anno e mezzo fa, di scendere in strada per diventare protagonisti della rinascita. Il gruppo si è ampliato e compattato, tutti consapevoli dell’importanza d’incontrarci e programmare l’azione politica in modo da stimolare continuamente l’opinione pubblica. Abbiamo iniziato a raccogliere le istanze del territorio e siamo diventati un punto di riferimento per chi vuole denunciare un disagio o un problema. Grazie ai due consiglieri comunali, Isidoro Marcello e Tommaso Orballo, che hanno sposato la nostra causa, abbiamo la possibilità di denunciare in Consiglio Comunale quanto non va e di proporre soluzioni. L’inconsistenza e l’arroganza degli amministratori è disarmante. Interrogati più volte su problemi di ordinaria amministrazione, si nascondono dietro lo scudo della supremazia numerica in Consiglio Comunale e della strafottenza. Pensavano, con la loro strafottenza, d’indurci al silenzio per incrementare il loro effimero potere ma stiamo dimostrando di avere una granitica determinazione ed una MenteLibera. Solo informando i cittadini, facendo da cassa di risonanza ai problemi mai risolti di questa città, possiamo sperare che gli Uomini e le Donne di Recale possano avere un sussulto d’amore per la loro terra vilipesa e possano reagire”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico