Maddaloni - Valle di Maddaloni

Restaurata la statua di San Michele Arcangelo

 MADDALONI. Sabato 2 aprile sarà presentata la restaurata statua di San Michele Arcangelo, alla presenza del vescovo di Caserta Pietro Farina e del rettore del santuario don Angelo Delli Paoli.

Quel santuario dove la tradizione popolare vuole che sia apparso San Michele. Non è dato sapere quanti restauri abbia avuto l’opera, anche perché più di ogni altra è stata soggetta a traversie del tempo e degli uomini, in quanto ogni anno saliva e scendeva per il sentiero di montagna per i festeggiamenti religiosi e civili nella città di Maddaloni. Il De Sivo, storico di Maddaloni dell’Ottocento riporta la notizia di un primo restauro nel 1837, per volere della cittadinanza, dopo aver sperimentato la sua protezione contro il colera in quell’anno. Il Piscitelli, un altro storico della città, ricorda un altro restauro della statua nel 1857, perché danneggiata dalle tarme. Seguirono poi quelle del 1850 e del 1860.

Nel Novecento, invece, si ricordano due restauri: quello del 1988 da parte dell’artista napoletano Mario Smiraglia e quello eseguito dallo stesso nel 1993 subito dopo il ritrovamento della statua rubata sul Santuario nella notte del 28 e 29 aprile. Pochi sanno che la statua del Santo provvidenzialmente non era sul monte, quando i garibaldini si appostarono sull’Eremo di San Michele nella battaglia dei ponti della Valle, ma in restauro. In quella occasione tutti gli oggetti di legno, comprese le travi della chiesa, furono bruciati nel sacro luogo.

Il programma

Sabato 2 aprile: ore 15.30 arrivo della statua nel cortile della Fondazione del Villaggio dei Ragazzi; ore 16 breve processione fino alla basilica del Corpus Domini con autorità religiose e civili; ore 16.30 concelebrazione presieduta dal vescovo Farina con parroci e sacerdoti della città.

Giovedì 7 aprile: ore 18 incontro religioso-cultura, presieduto dal vescovo Farina, dal rettore della Basilica minore del Corpus Domini, monsignor Cesare Scarpa, e da don Angelo Delli Paoli, alla presenza del restauratore Maurizio Andreozzi, del direttore dei lavori della Sovrintendenza Giovanni Parente, del direttore dell’Ufficio diocesano beni culturali, don Marcello Battista.

Domenica 10 aprile: ore 10 processione che porterà la statua dalla basilica del Corpus Domini fino al santuario, con arrivo previsto alle 10.30 e concelebrazione eucaristica alle 11.30.

Per info: www.santuariosanmichelemaddaloni.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico