Italia

Nucleare, stop di Romani: “Necessaria una riflessione”

Paolo Romani ROMA.Il ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani ha annunciato a Bruxelles, dove si è svolto un consiglio straordinario dei ministri Ue sull’energia, “una responsabile pausa di riflessione, come fatta da altri Paesi europei, sul programma nucleare italiano”.

Secondo Romani il governo italiano oggi “non può prendere una posizione diversa. Ritengo doveroso per un governo responsabile che si diano risposte chiare ai cittadini. Oggi è irreversibile la scelta di capire dal punto di vista della sicurezza se siamo nella condizione di massima sicurezza, in base ai requisiti e standard che abbiamo immaginato e che vengono resi operativi da un organismo europeo”. Soltanto quando questi aspetti saranno chiariti “nella direzione auspicata, a quel punto la scelta nucleare del governo potrà proseguire”.

Sulle condizioni di sicurezza del nucleare in Europa sarà garantita la massima informazione ai cittadini italiani. “Non so se prima del referendum – dice Romani – faremo in tempo a dare le informazioni che ci aspettiamo. Ma cercheremo di fare in modo che i cittadini italiani siano informati al massimo livello possibile delle risultanze di questa ricerca che sarà fatta a livello europeo e condivisa da tutti i paesi europei”.

Gli stress test sulle centrali europee saranno fatti entro il 2011, a partire dagli impianti più vecchi (circa una decina quelli di prima generazione sui 143 presenti nella Unione europea). “Noi abbiamo chiesto di accelerare al massimo” ha concluso il ministro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico