Gricignano

Scioglimento, gli ex amministratori presentano al Tar “motivi aggiunti”

Tar Lazio

GRICIGNANO. Dopo la fissazione per l’8 giugno, dinanzi alla prima sezione del Tar Lazio, dell’udienza riguardante il ricorso presentato dagli ex amministratori comunali contro il decreto di scioglimento del Consiglio per infiltrazioni camorristiche, …

… lo scorso 11 marzo gli ex amministratori hanno presentato “motivi aggiunti” alla loro istanza di revoca del provvedimento emanato dal Consiglio dei Ministri il 31 luglio 2010, su proposta del ministro dell’Interno Roberto Maroni, e firmato il successivo 2 agosto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Da allora, la reggenza del Comune è affidata ad una commissione straordinaria, composta dal prefetto Attilio Visconti, dal viceprefetto Ilaria Tortelli e dal direttore amministrativo-contabile Goliardo Miniati, che nel ricorso al Tar è rappresentata dall’avvocato Francesco Casertano.

Iricorrenti, oltre all’ex sindaco Andrea Lettieri, sono l’ex presidente del Consiglio Giovanni Di Foggia, gli ex assessori Giacomo Di Ronza, Francescantonio Russo, Antonio Guida, Francesco Di Luise e Giuseppe Buonanno, gli ex consiglieri Carmine Froncillo, Luigi Autiero, Giuseppe Iuliano e Nicola Lucariello, difesi dagli avvocati Giuseppe Abbamonte, Luigi Maria D’Angiolella. La commissione straordinaria, invece, è rappresentata e difesa in giudizio dagli avvocati Francesco Casertano e Felice Laudadio.

Lo scorso 1 dicembre i magistrati del tribunale amministrativo capitolino avevano chiesto al Ministero dell’Interno di depositare la documentazione relativa al provvedimento, in particolare la relazione della commissione d’accesso che ha operato per mesi presso il Comune di Gricignano. Documentazione presentata dalla Prefettura di Caserta il successivo 27 dicembre.

In ogni caso, le elezioni comunali che si terranno nella primavera del 2012. Infatti,ladata fissata per l’udienza,l’8 giugno, va ben oltre la scadenza naturale dell’amministrazione uscente, ovvero il prossimo maggio. Insomma, i giudici amministrativi non hanno dato possibilità né all’ex amministrazione di essere reintegrata per i pochi mesi che le restavano nel caso avesse vinto il ricorso, né di ritornare alle urne in tempo per la sessione del prossimo 15 maggio insieme agli altri 1300 e passa comuni italiani.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico