Caserta

Università di Caserta, Falco: “Già proposi questa denominazione”

Luigi FalcoCASERTA. “L’Università di Caserta è nata con un concetto politico contrabbandato per motivazioni di tipo tecnico.

Bisognava accontentare varie situazioni e questo impediva a suo nascere l’esistenza di un polo forte, di un polo unico che consentisse una vera una città universitaria, con un’infrastrutturazione della stessa, creando ‘Caserta città degli studenti’ come accade in qualsiasi altra città di provincia”. E’ quanto dichiara il candidato sindaco Luigi Falco. “Questo potrebbe risultare un vantaggio se la rete fra tutte le sedi universitarie fosse reale interesse universitario, intendendo come rete la fruizione unica di servizi, di trasporti, di erogazioni. Ma soprattutto se questa Università di Caserta si concretizzasse nel Policlinico che dell’Università resta il cuore e l’anima per importanza strategica per numero di frequentatori, per numero di studenti e per tutto ciò che il Policlinico nell’ambito di qualunque università ha sempre rappresentato”. “Ritengo anche sia molto strumentale questionare sul nome da dare all’Università. Mi è sembrato a volte fuorviante disquisire sulla denominazione spostando l’attenzione dal vero problema ovvero su come deve funzionare”.

“D’altra parte, ogni Università, in qualsiasi città si trovi, si chiama con il nome della città. Per me che si chiami ‘Carlo III’ o ‘Terra di Lavoro’ è irrilevante, in quanto è fondamentale che sia Università di Caserta e non Seconda Università di Napoli. Di questo ci siamo fatti promotori all’epoca dell’amministrazione di cui ero sindaco, sia con la delibera di consiglio che di giunta ottenendo la stessa delibera contemporaneamente da tutte le città sede di Università in cui si accettava la denominazione di Università di Caserta. Spingo che questo accada e mi fa piacere che la Provincia di Caserta stia portando avanti quest’iniziativa così importante per la nostra città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico