Napoli Prov.

Unità d’Italia, al “Ferraris” il gusto della cucina partenopea

 CASERTA. In occasione della ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, all’Ipsar “Ferraris” si è tenuta una manifestazione commemorativa dal titolo “Democrazia e Partecipazione”.

L’evento è stato fortemente voluto e organizzato dalla dirigente scolastica Antonietta Tarantino, coadiuvata dal vicepreside Salvatore Rivetti. Sono intervenuti: il professor Raffaele Manfrellotti, ordinario di diritto pubblico presso l’Università di Foggia e di Santa Maria Capua Vetere; il viceprovveditore Petrillo in rappresentanza del provveditore agli Studi di Caserta; Roberto Caruso, segretario generale della Provincia di Caserta; l’avvocato Marco Cerreto, assessore provinciale alle Finanze e Rapporti Ue; Rosaria Rossi, dirigente settore istruzione e formazione della provincia di caserta; l’architetto Salvatore Merola; l’ispettore scolastico Angelo Marcucci; il dirigente scolastico Antonio Fusco; il dirigente scolastico Luigi Bologna e altre autorità civili e militari.

Durante la giornata si è tenuta una conferenza sul tema “Democrazia e Partecipazione”, con relatore il professor Manfrellotti, coadiuvato dalle docenti Angela Massaro e Anna Orefice. La manifestazione costituisce il secondo evento celebrativo della settimana dedicata ai festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Al termine gli ospiti hanno potuto gustare i piatti tipici dell’Unità d’Italia e della cucina partenopea, magistralmente rivisitati e realizzati dagli allievi dell’Istituto “Ferraris”, diretti dal professor Antonio Papale.

Eccezionale il menù e degno, pertanto, di essere citato nei dettagli: focaccia sale e pepe, baguette alle noci, pane alle olive, filone di pane cafone, pignatiello di legumi con porcini e crostini all’aglio, paccheri di gragnano alla genovese di agnello, pasta con patate e provola affumicata, caprese di mozzarella con dressing al basilico, filetto di baccalà alla garibaldina, salsiccia di maiale con polenta pasticciata, pastiera di grano alla napoletana, zeppoline fritte alla cannella, crostata con crema e amarene. Di rito il brindisi di buon auspicio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico