Caserta

Legalità, Argirò incontra il procuratore Lembo

da sin. Argirò e LemboCASERTA. Giovedì mattina, presso la sede della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il Procuratore Corrado Lembo, accompagnato nell’occasione dal Procuratore Aggiunto Luigi Gay, ha incontrato il direttore dell’Osservatorio provinciale per la Sicurezza e la Legalità, Natale Argirò.

Al centro della discussione molti temi di grande rilievo, a partire dai problemi legati all’aumento del fenomeno dell’immigrazione. Il Procuratore Lembo ha mostrato apprezzamento per le iniziative intraprese dalla Provincia di Caserta in riferimento alla partecipazione dell’Ente nel processo di gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, realizzato soprattutto attraverso l’attuazione del progetto “Sapucca”.

Tale iniziativa, infatti, vede la Provincia di Caserta (capofila del progetto) lavorare fianco a fianco con altri soggetti istituzionali, in primis l’Osservatorio nazionale per i beni confiscati alla criminalità organizzata, e con le associazioni. Il Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Luigi Gay, nel corso di un incontro avvenuto il 26 aprile 2010 con il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, è stato uno dei primi magistrati inquirenti ad indicare la necessità di coinvolgere la Provincia di Caserta nella destinazione e gestione dei beni confiscati.

La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha espresso, nel corso della conferenza stampa di presentazione di “Sapucca”, la sua volontà di contribuire allo sviluppo del progetto, soprattutto per quel che concerne la formazione dei partner stranieri dell’iniziativa.

“Con la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere – ha spiegato Natale Argirò – si è stabilito un proficuo rapporto di collaborazione, che già sta producendo risultati importanti. Sono convinto che la sinergia tra la Procura e l’Osservatorio provinciale per la sicurezza e la legalità si rivelerà utilissima per svolgere una costante azione di monitoraggio e prevenzione dei fenomeni criminali sul territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico