Caserta

Fermata Reggia, Ascom: “Riqualificare la stazione ferroviaria”

Giovani Emilio De Lorenzo CASERTA. “Se vogliamo avere davvero una fermata Reggia di Caserta, è necessario che si provveda alla riqualificazione della stazione ferroviaria in tempi rapidi.

Per questa ragione, mi sono attivato per chiedere un incontro alla soprintendente David e al commissario Mattei per mettere in campo tutti gli strumenti affinché questa operazione possa avvenire in tempi rapidissimi”. E’ il presidente di Ascom Giovani Emilio De Lorenzo a promuovere l’iniziativa dopo le dichiarazioni della soprintendente che ha proposto di cambiare il nome della stazione di Caserta con quello Reggia di Caserta per incentivare il turismo nel capoluogo.

“Non si può che condividere la proposta della soprintendenza, ma non basta cambiare il nome alla fermata per attrarre più turisti – ha detto – quando si scende dal treno si assiste ad uno spettacolo indecoroso con l’area del perimetro della stazione che è diventata un ricettacolo di prostitute, le quali, a loro volta, fanno da cornice ad un ambiente cadente fatto di scarsa illuminazione, strade colabrodo e spazzatura”. L’esponente dell’Ascom si domanda come un turista possa decidere di fermarsi a Caserta vedendo questo spettacolo. “Eppure a pochi passi dalla stazione, ci sono strutture ricettive importanti – ha sottolineato De Lorenzo – ristoranti, pub, di altissima qualità degni, è proprio il caso di dirlo, della città della Reggia. Con interventi semplici, ma risoluti, quell’area può diventare un’appendice di Palazzo Reale, per questo, mi sono fatto carico di aprire un tavolo con le istituzioni per fare in modo che la fermata Reggia di Caserta diventi realtà”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico