Caserta

Del Gaudio: “Vinceremo al primo turno”

da sin. Del Gaudio, Petrenga e VentreCASERTA. “Sono ampiamente soddisfatto dell’entusiasmo e della partecipazione che dimostrano già da adesso, i partiti che sostengono la coalizione di centrodestra, in vista della competizione elettorale, che ci vedrà senza alcun dubbio, alla guida del Comune di Caserta”.

Lo ha detto Pio Del Gaudio, candidato sindaco al Comune di Caserta per la coalizione di centrodestra, durante la conferenza stampa di sabato mattina, presso i locali del Comitato elettorale di via G. M. Bosco, alla presenza del vicecoordinatore vicario regionale del Pdl, Mario Landolfi, del coordinatore cittadino del Pdl, Giovanna Petrenga e dell’ex presidente della Provincia, ora consigliere della Corte dei Conti, Riccardo Ventre, che ha accettato l’incarico di coordinare i contributi tesi all’elaborazione del programma. Inoltre, hanno partecipato all’incontro diversi rappresentanti dei partiti (Forza del Sud, Noi Sud, Mpa, Alleanza di Popolo, Partito repubblicano e Nuova Dc), che hanno già sottoscritto il progetto di Del Gaudio.

“E’ iniziata a pieno ritmo – ha detto Del Gaudio – la discussione tra le varie forze politiche del centrodestra, sul programma elettorale della coalizione che, posso sin da adesso affermare, sarà condiviso e, soprattutto, partecipato. Sin dalle prime battute, abbiamo deciso di impostare la nostra campagna elettorale sull’ascolto dei cittadini. I nostri comitati elettorali, infatti, – rincara Del Gaudio – si chiameranno punti d’ascolto. La gente dovrà venire al comitato per proporre idee”.

Del Gaudio, poi, accende i riflettori sulle macro-aree del programma. “Parleremo di legalità e trasparenza, sport, frazioni, giovani, università, donne, urbanistica, mobilità. Il tutto, con un unico obiettivo: quello di garantire alla nostra città lo sviluppo e l’occupazione. Chi ha fatto politica negli ultimi cinque anni, sa che è questo quello che interessa ai cittadini. Senza dubbio, nel programma ci saranno grandi tematiche, ma la gente chiede normalità, visibilità e soprattutto, lavoro per le giovani generazioni. Tutto questo, lo faremo a step. Prima di tutto, ci concentreremo sulla piccola e media impresa e sul commercio, due argomenti che negli ultimi anni sono stati trascurati. Lavoreremo sull’ambiente, sulla raccolta differenziata, e soprattutto sulla premialità. Porteremo avanti – continua senza sosta il candidato a sindaco – una serie di iniziative tra cui, ad esempio, il rilancio dell’area Pip di San Benedetto. Ovviamente, lavoreremo sul bilancio comunale, che dovrà essere più partecipato. Proprio su questo fronte, stiamo studiando strategie affinché sia maggiormente veritiero, ricercando risorse tecniche tra i Casertani, che hanno come obiettivo fondamentale la crescita e lo sviluppo della città. Lo faremo con un contatto continuo con le associazioni, gli ordini professionali, il mondo del volontariato e, soprattutto, con la gente. Infine, accenderemo i riflettori sulle parrocchie, che dovranno diventare delle vere e proprie protagoniste della società. Proprio per questo, parleremo di sentinelle sul territorio”.

Infine, Del Gaudio si concede un passaggio sulla situazione politica all’interno del centrodestra. “Sono certo che vinceremo al primo turno. Deve essere chiaro a tutti, – conclude Del Gaudio – che ho la serenità di essere l’unico candidato del centrodestra. Io posso garantire coerenza e affidabilità. Del resto, se il partito avesse fatto scelte diverse come è mio costume, avrei partecipato al progetto ma dal momento che la base del PdL e tutti i vertici ad ogni livello hanno ritenuto che fossi io a guidare questa scommessa innovativa per il futuro di Caserta, chiedo a tutti di condividere e partecipare alla costruzione di una città nuova e finalmente normale. Il tempo “dell’uomo solo al comando” per fortuna è abbondantemente finito. Io credo nel lavoro di squadra con il PdL e con tutti i partiti alleati, i movimenti, le associazioni e i singoli cittadini, che saranno fin da ora e anche nella gestione amministrativa, direttamente coinvolti. E tutto questo perché ritengo che un’altra Caserta è possibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico