Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Italia 150, successo del convegno del Pd

 CASAGIOVE. L’iniziativa promossa dal Pd casagiovese, svoltasi sabato 19 marzo scorso, sul 150° dell’Unità d’Italia ha riscosso molti consensi.

Carlo Comes ha introdotto i lavori ricordando passi importanti e uomini che hanno segnato i 150 anni di cammino unitario e ha sottolineato, con il fenomeno delle migrazioni che hanno portato 29 milioni di italiani in cerca di lavoro in tutto il mondo, le qualità collettive della gente di Casagiove e la capacità di far fronte, insieme, a tutte le difficoltà per riappropriarsi del futuro, che appare così incerto in un tempo di crisi profonda.

La partecipazione all’evento della preside Maria Menditto, che ha presentato una sua originale e inedita ricerca sulla spedizione dei Mille e sul contesto storico entro la quale maturò e dell’avvocato GiuseppeStellato che ha svolto un intervento sulle speranze che il Paese nutre, sulle aspirazioni delle giovani generazioni e sull’esigenza di salvaguardare l’unità, indispensabile, del Paese in un mondo globalizzato, hanno apportato un contributo culturale di rilievo e hanno riscosso il plauso entusiasta dei molti intervenuti.

Sullo schermo scorrevano immagini di forte richiamo allo spirito unitario e le foto dei Mille, di Garibaldi, Mazzini, Cavour tratte da una rivista del 1911 edita dai fratelli Treves, conservata nella biblioteca privata della preside Menditto. Interventi interessanti sono venuti dai partecipanti: il professor Luigi Granatello ha ricordato la  resistenza Garibaldina di Castel Morrone ed il sacrificio di Pilade Bronzetti al quale è dedicata una lapide marmorea collocata nel Quartiere Militare Borbonico della città; Enzo Impieri ha sottolineato il ruolo delle donne nell’epopea Risorgimentale e nelle lotte per la pari dignità; il professor Gino Gravina ha parlato di una ricerca sui temi dell’economia agraria post unitaria, sugli interessi della borghesia del nord e sullo sfruttamento dei contadini meridionali.

Gli intervenuti numerosi, oltre la capienza della sede, hanno tutti auspicato una attenzione del Pd ai temi della cultura, della storia e dell’economia da porre in discussione per rendere migliore la politica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico