Campania

Protezione fauna selvatica, proposta di Daniela Nugnes

Daniele NugnesNAPOLI. L’Enci (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) siederà di diritto, attraverso un suo rappresentante provinciale, all’interno dei comitati di gestione degli Atc (Ambito Territoriale Di Caccia) per meglio tutelare specie a rischio come la beccaccia.

Questo è sostanzialmente il contenuto della proposta di modifica in seno alla legge regionale 8/96 “Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina dell’attività venatoria in campania” presentato dall’onorevole Daniela Nugnes, capogruppo vicario del Pdl in Regione Campania. La proposta dell’esponente di maggioranza tiene conto dell’esercizio dell’attività cinofila che, in aperta campagna, è riconducibile a tutti gli effetti ad attività sportiva e zootecnica. Infatti le zone cinofile deputate all’allenamento e all’addestramento dei cani, al pari di altre manifestazioni concernenti il settore, sono organizzate dall’Enci e da altre associazioni del settore. L’emendamento ha lo scopo di valorizzare il lavoro degli esperti dell’Enci che operano attraverso le prove cinofile o verifiche zootecniche tutelando specie a rischio come le beccaccia-

Secondo Nugnes “la modifica testuale del comma 4 dell’art. 36 consentirà di completare e migliorare le competenze in seno ad una commissione che attraverso l’Enci potrà avere una prospettiva diversa e meglio articolata rispetto al passato. Questa integrazione consentirà di realizzare un efficace strumento di censimento e monitoraggio per la conservazione della specie della beccaccia (scolopacide) nell’ambito della biodiversità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico