Santa Maria C. V. - San Tammaro

Incremento ippico, 800mila euro di fondi regionali

 SANTA MARIA CV. In mattinata si è riunita l’ottava commissione regionale, presieduta dal consigliere regionale Pasquale De Lucia, alla presenza dell’assessore all’Agricoltura Vito Amendolara.

Su proposta del presidente De Lucia e del consigliere regionale Daniela Nugnes, approvata all’unanimità, si è deciso che le risorse in bilancio relative all’Arpaca e all’istituto della Vite campana non utilizzate, per l’ammontare di 800 mila euro, saranno trasferite al Centro di Incremento Ippico di Santa Maria Capua Vetere. In pratica il centro diventerà una sede distaccata della Federico II con corsi di formazione del Quarto e Quinto anno di Laurea in Medicina Veterinaria. Essendo De Lucia e Nugnes rappresentanti della Provincia di Caserta, hanno fatto sapere di tenere molto alla riqualificazione del centro sammaritano, che a loro dire “rappresenta una risorsa importante per lo sviluppo formativo dei giovani di Terra di Lavoro”.

L’assessore Amendolara a proposito dell’Incremento Ippico ha dichiarato: “Condivido questa esigenza perché si tratta di un polo di grande rilevanza”. In sintesi si tratta di una convenzione con la facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Napoli Federico II che potrà avvalersi per le sue attività tecnico-scientifiche del Centro di Incremento Ippico, che diventerà sede di corsi di formazione. Si punta ad inserire il Centro nel percorso formativo del Quarto e Quinto anno del corso di Laurea di Medicina Veterinaria, anni questi che prevedono un tirocinio pratico pre-laurea obbligatorio. In sostanza gli studenti potrebbero frequentare una volta alla settimanail Centrodi Incremento Ippico che diventerebbe la sede distaccata della Facoltà di Medicina Veterinaria.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico