San Marcellino

Cantile apre a Cacciapuoti: “Confrontiamoci sui problemi del paese”

Ettore  CantileSAN MARCELLINO. “Colombiano e Àncora non sono ‘ostinatamente’ contro nessuno. Noi siamo ‘per’ il nostro paese”.

Così il neo presidente dell’Àncora, Ettore Cantile, commenta le dichiarazioni del candidato a sindaco de “La Rosa” Giovanni Cacciapuoti. “Abbiamo tanta energia per fare un progetto serio – continua Cantile – e non possiamo non prescindere da chi ha tanta, ma tanta esperienza, per togliere il paese nella palude ove è sprofondato.E mi riferisco alla ‘palude politica’. Ma lo facciamo senza schiamazzi e senza gridare, utilizziamo il ‘cervello’ come diceva Max Weber”.

“Senza fare troppe chiacchiere, e a San Marcellino se ne fanno troppo ultimamente, – dice Cantile rivolgendosi a Cacciaputi – discutiamo, se ne ha la voglia, ma senza dire bugie e falsi proclami. Abbiamo molte cose da fare e proporre per il nostro paese, e, come ho detto nell’assemblea pubblica de L’Àncora, noi non vogliamo chiuderci fra quattro mura: vogliamo, ora che neabbiamo bisogno più che mai per la storia del nostro paese, aprirci all’esterno e ai giovani, i politici del domani”. E – rivolgendosi ancora a Cacciapuoti – Cantile gli chiede di “aiutarli a defenestrare l’inquilino del Comune”, poi – continua – “abbiamo tanto tempo per parlare e confrontarci, senza però che Cacciapuoti si autoconvinca che ha la ‘bacchetta magica’ per risolvere tutti i problemi del nostro paese”.

“Il popolo di San Marcellino – sostiene Cantile – ha eletto democraticamente l’attuale sindaco e democraticamente lo manderà a casa. Sui problemi politici noi ci possiamo confrontare con Cacciapuoti e con il suo gruppo serenamente, perché il nostro candidato a sindaco Anacleto Colombiano non ama né alzare la voce né prevaricare nessuno, ma ascolta, dialoga e lo fa con tutti”.

“Il grande consenso che si sta registrando attorno a Colombiano parte dal 2006 – conclude Cantile – e se cresce di giorno in giorno vuole dire che un significato c’è. Se ‘La Rosa’ ha delle idee politiche che possono collimare con le nostre, non vedo quale sia il problema: confrontiamoci”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico